AREA RISERVATA - CAF MCL

UN’UNITÀ IMMOBILIARE COME PERTINENZA DI UN IMMOBILE UNIFAMILIARE PIUTTOSTO CHE COME IMMOBILE INDIPENDENTE PUÒ AVERE RIFLESSI AI FINI DELLA DETERMINAZIONE DEL LIMITE DI SPESA PER ACCEDERE AL SUPERBONUS

Caf News 24
/ Pubblicato in: Bonus Edilizi
UN’UNITÀ IMMOBILIARE COME PERTINENZA DI UN IMMOBILE UNIFAMILIARE PIUTTOSTO CHE COME IMMOBILE INDIPENDENTE PUÒ AVERE RIFLESSI AI FINI DELLA DETERMINAZIONE DEL LIMITE DI SPESA PER ACCEDERE AL SUPERBONUS 3380 0

articolo di cafnews24

L’Agenzia delle Entrate ha sempre sostenuto che le pertinenze incrementano il limite di spesa con riferimento agli immobili condominiali. Invece, nessun incremento si verifica se le pertinenze sono relative a un immobile unifamiliare.

ESEMPIO 1

Si consideri il caso in cui si intenda fruire del superbonus per un immobile unifamiliare, con due pertinenze distinte catastalmente, quindi un box auto C/6 e una cantina C/2.

In tale ipotesi il limite riguardante gli interventi di isolamento termico per una superficie superiore al 25% dell’edificio ammonta a 50.000 euro.

Non può applicarsi il criterio previsto per gli immobili in condominio secondo cui, prendendo in considerazione anche le due pertinenze, il limite di 40.000 euro avrebbe dovuto essere moltiplicato per le tre unità immobiliari, cioè l’abitazione e le due pertinenze.

Come classificare correttamente le unità immobiliari

Il problema, però, è comprendere quando le unità immobiliari possono essere considerate pertinenze e quando, invece, hanno natura di immobili indipendenti.

Si tratta di un passaggio fondamentale in quanto in quest’ultimo caso, le unità indipendenti concorrono ad incrementare il limite di spesa.

Il problema è stato affrontato con la risposta a istanza di interpello n. 242 del 2021.

In particolare, l’istante era comproprietaria insieme al marito di un intero fabbricato, composto da un’abitazione con relativo garage autonomamente accatastati. Inoltre, gli stessi soggetti erano proprietari di altre due unità immobiliari, accatastate C/2, e C/6, indipendenti dall’abitazione. L’unità abitativa è funzionalmente indipendente rispetto alle altre due unità immobiliari in quanto ha tutti gli impianti di proprietà esclusiva e ha accesso autonomo dall’esterno. Invece, le predette unità immobiliari non residenziali “sono prive di allacciamenti” e hanno ognuno il loro ingresso.

L’istante intendeva procedere alla demolizione delle unità immobiliari e alla successiva ricostruzione accorpando le stesse.

L’Agenzia delle Entrate ha ricordato preliminarmente, richiamando la circolare n. 30/E del 2020 che “se si realizza un intervento che comporta l’accorpamento o la suddivisione delle unità immobiliari, anche nell’ambito della demolizione e ricostruzione, per il calcolo del limite di spesa ammissibile al superbonus si considera il numero delle unità immobiliari esistenti prima dell’inizio dei lavori”.

Nel caso in esame e con riferimento all’intervento antisismico, l’Agenzia delle Entrate ha ritenuto che il limite di 96.000 euro dovesse essere moltiplicato per tre unità immobiliari e non per quattro. Infatti, devono essere considerati gli immobili classificati in C/2 e C/6 e l’abitazione con la relativa pertinenza, unitariamente considerate.

Pertanto, la pertinenza dell’abitazione non incrementa il limite di spesa, diversamente dalle unità immobiliari indipendenti aventi classificazione catastale C/2 e C/6 che devono essere considerate separatamente. Diviene dunque essenziale comprendere se le unità immobiliari debbano o meno essere considerate pertinenze o unità indipendenti.

ESEMPIO A

Si consideri il caso in cui si proceda ad accatastare distintamente un sottotetto di un’abitazione come C/2.

È evidente che le caratteristiche tecniche del sottotetto non consentono di considerarlo un immobile indipendente. In tale ipotesi, anche se accatastato distintamente, il sottotetto non sarà in grado di incrementare il limite di spesa.

Un discorso completamente diverso riguarda il caso in cui le altre due unità immobiliari siano classificate catastalmente come C/6. La verifica circa l’indipendenza dall’abitazione deve essere effettuata caso per caso.

ESEMPIO B

Se il box auto è dotato di un ingresso indipendente, se per potervi accedere non è necessario entrare nel giardino dell’unità abitativa e se è dotato di impianto elettrico autonomo, è in possesso di tutte le caratteristiche per essere considerato indipendente.

In questo caso, l’unità immobiliare, essendo del tutto indipendente, concorre a incrementare il limite di spesa.

Invece, se per potervi accedere si deve entrare nel giardino dell’unità immobiliare, è evidente come il box auto sia posto a servizio dell’abitazione.

In tale ipotesi diverrebbe oltremodo complicato affermare l’indipendenza, dall’abitazione. Si tratta di una pertinenza, in quanto posta a servizio dell’unità immobiliare e quindi essendo la “proiezione” dell’immobile unifamiliare non incrementa il limite di spesa.

Print
Rate this article:
1.0

Speciali

Assegno Unico Universale

REMINDER: IL 30 GIUGNO SCADE IL TERMINE PER AVER RICONOSCIUTI GLI ARRETRATI RELATIVI ALL’ASSEGNO UNICO DAL MESE DI MARZO

Accorgimenti per aver garantiti gli arretrati dal mese di marzo 2022, nel caso si trasmetta entro il termine del 30 giugno la richiesta di Assegno Unico Universale

INPS COMUNICA LA DISPONIBILITA’ DI TRE NUOVE FUNZIONI PER CORREGGERE OD INTEGRARE LE DOMANDE

Con il messaggio n. 1962/2022 del 09 maggio, l’Inps mette a disposizione, nella procedura online, tre possibilità per correggere od...

INPS CON IL MESSAGGIO DEL 20 APRILE UN FOCUS SU CRITERI DI SPETTANZA

L’Inps fornisce importanti chiarimenti su talune particolari questioni: genitori separati, nuclei numerosi e figli che nel frattempo sono...

Bonus Edilizi

LA CIRC. 28/E II^ PARTE INTERVIENE SUL VISTO DI CONFORMITA’ E BONUS EDILIZI

Chi rilascia il visto di conformità è tenuto a verificare la presenza delle asseverazioni e delle attestazioni rilasciate dai diversi professionisti

È ONERE DEL COMMITTENTE DEI LAVORI VERIFICARE L’INDICAZIONE DEI CONTRATTI COLLETTIVI

La mancata indicazione del CCNL di riferimento è sanabile

ANCORA NEWS PER LE CESSIONI ORA TORNANO IN PISTA LE PARTITE IVA

Un emendamento al decreto Aiuti, prevede la possibilità per le banche di cedere il credito a tutti i soggetti diversi da consumatori o utenti...

L'approfondimento

IL SALUTO DI CAFNEWS24 AI LETTORI

Termini di sospensione estiva degli adempimenti tributari, ma per cosa?

Nelle istruzioni operative Vengono tra le altre cose specificate le circostanze e condizioni che rendono inapplicabile la sanzione fissa (30 euro) e percentuale (4%)

ANCHE IL RIFIUTO DI UN’OFFERTA DI IMPIEGO DA PARTE DI UN DATORE DI LAVORO PRIVATO, SE DEFINITA CONGRUA, SARA’ FRA LE POSSIBILI CAUSE DI REVOCA DEL REDDITO DI CITTADINANZA

Commenti

Di un fisco che scommettesse sui nostri fallimenti credo che nessuno ne sentisse il bisogno  

Pe il momento è scongiurata l’ipotesi di chiedere un contributo da parte dei CAF per la presentazione del modello ISEE

Un recente interpello all’Agenzia delle Entrate, permette di chiarire a chi spetta l'obbligo di presentazione della successione a prescindere dalla qualità di erede, testamentario o legittimo.

IMU scadenze immutate e qualche dubbio in più nell’attesa che si compia la revisione del sistema

Concessi trenta giorni in più solo per il pagamento in un’unica soluzione degli avvisi bonari

La giurisprudenza tributaria fa breccia nella presunzione prevista all’art. 26 co.2 del TUIR nel caso di immobile cointestato e concesso in locazione da uno solo dei proprietari.

Modello 730

Le possibili cause della mancanza della precompilata nel cassetto fiscale dei contribuenti

L’Agenzia delle Entrate sospende l’invio delle comunicazioni di irregolarità e delle lettere su compliance dall’ultima settimana di luglio fino alla seconda settimana di settembre

Modelli 730 e precompilate da rifare, una comunicazione del Presidente dell’Associazione Nazionale dei Commercialisti denuncia una situazione inaccettabile

La dichiarazione modello 730/2022 precompilata sarà a disposizione nell’area riservata dei contribuenti dal 23 maggio

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021