AREA RISERVATA - CAF MCL

LA QUESTIONE DELLO SPID PER I MINORENNI

Caf News 24
/ Pubblicato in: Commenti
LA QUESTIONE DELLO SPID PER I MINORENNI 565 0

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

articolo di Stefano Ceci

Mi è capitato recentemente che mi si chiedesse la possibilità per il minore di avere accesso allo SPID, per questo colgo l’occasione di un recente provvedimento dell’AGID per darne notizia.

In un’epoca governata dalle diverse declinazioni della rete, pare ovvio che già in tenera età l’utilizzo di taluni strumenti possa essere molto di più di una semplice possibilità, infatti, l’A.G.I.D. agenzia per l'identità digitale già a marzo 2022 con linee guida poi perfezionate nel mese di maggio ha previsto già dall’età di 5 anni la possibilità di avere una propria identità digitale, forse secondo alcuni non avremo ancora quella umana ma quella digitale, sicuramente si.

Le norme prevedono specifiche limitazioni dell’operatività dell’identità digitale, specificatamente viene previsto che i minori dai 5 a 13 anni possano utilizzare lo SPID soltanto sui servizi online erogati dagli istituti scolastici.

Questa possibilità è al momento in una fase sperimentale che cesserà  il 30 giugno 2023, poi c’è un secondo limite che invece interessa  la fascia di età dai 14 ai 17 anni per la quale si prevede che lo SPID possa essere utilizzato  anche per altri servizi della pubblica amministrazione ad esempio:

  1. per accedere alle informazioni del   proprio Fascicolo Sanitario Elettronico
  2. per visualizzare il saldo punti patente sul Portale dell’Automobilista  ( solo per i ciclomotori)
  3. per l’iscrizione scolastica

Al di là dell’età e delle diverse possibilità riconosciute alle due fasce, l’elemento comune a tutte queste è che le azioni realizzate con lo SPID del minore risultano collegate allo SPID del genitore o tutore legale, allo scopo un codice di verifica (OTP) consentirà di stabilire il  legame tra  i due SPID.   

Altro limite è, che ad oggi è possibile l’attribuzione dello SPID a un minore solo presso lo stesso provider dello SPID del genitore, ad esempio il genitore con Aruba il figlio sempre con Aruba. 

Il protocollo prevede che ogni qualvolta il minore avrà accesso ad un servizio, il genitore riceverà una notifica e potrà verificare che sia tutto regolare: ai genitori la responsabilità di verificare che i figli facciano buon uso delle proprie credenziali. 

Ma una volta raggiunti i 18 anni e maturata quindi la maggiore età, i figli potranno decidere se revocare l’identità digitale preesistente per aprirne una nuova, oppure potranno rinnovarla sapendo che i genitori si vedranno (ovviamente) in ogni caso estromessi dal controllo dell’identità stessa.  

Si segnala che i diversi provider hanno messo a punto specifiche procedure in ogni caso caratterizzate dalla partecipazione del genitore in relazione ai già richiamati doveri di controllo, soprattutto in relazione agli effetti degli accessi presso i diversi uffici della Pubblica Amministrazione.

Print
Rate this article:
No rating

Speciali

Assegno Unico Universale

LE NOVITA’ DEL DECRETO SEMPLIFICAZIONI SULL’ASSEGNO UNICO

Le nuove regole di determinazione dell’importo avranno decorrenza da marzo 2022, potrebbe essere necessario il ricalcolo.

REMINDER: IL 30 GIUGNO SCADE IL TERMINE PER AVER RICONOSCIUTI GLI ARRETRATI RELATIVI ALL’ASSEGNO UNICO DAL MESE DI MARZO

Accorgimenti per aver garantiti gli arretrati dal mese di marzo 2022, nel caso si trasmetta entro il termine del 30 giugno la richiesta di Assegno...

INPS COMUNICA LA DISPONIBILITA’ DI TRE NUOVE FUNZIONI PER CORREGGERE OD INTEGRARE LE DOMANDE

Con il messaggio n. 1962/2022 del 09 maggio, l’Inps mette a disposizione, nella procedura online, tre possibilità per correggere od...

Bonus Edilizi

IL CASO DELL’IMMOBILE ACQUISTATO PRIMA DELLA CONCLUSIONE DEI LAVORI

Decorrenza della detrazione nel caso di ristrutturazione dell’intero immobile

IN GAZZETTA LE NOVITA’ DEL DECRETO AIUTI QUATER

I cambiamenti: detrazioni bonus, utilizzo crediti ed edifici

LA CORREZIONE DEGLI ERRORI DELLE COMUNICAZIONI DI CESSIONE/SCONTO SONO SEMPRE POSSIBILI?

GLI ERRORI SOSTANZIALI IMPONGONO ATTENTE VALUTAZIONI IN RELAZIONE ALLA POSSIBILITA’ DI CORREGGERLI


L'approfondimento

Modalità di calcolo e versamento con l’eterno dilemma del ricalcolo

Scadenza contributi INPS Gestione Separata ed Artigiani e Commercianti

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Commenti

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

Le possibili cause della mancanza della precompilata nel cassetto fiscale dei contribuenti

L’Agenzia delle Entrate sospende l’invio delle comunicazioni di irregolarità e delle lettere su compliance dall’ultima settimana di luglio fino alla seconda settimana di settembre

Modelli 730 e precompilate da rifare, una comunicazione del Presidente dell’Associazione Nazionale dei Commercialisti denuncia una situazione inaccettabile

La dichiarazione modello 730/2022 precompilata sarà a disposizione nell’area riservata dei contribuenti dal 23 maggio

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021