Modello 730

Modello 730

Modello 730

Trova la sede a te più vicina

Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati.

Ricorrere al modello 730 garantisce diversi vantaggi:

- il contribuente non dovrà eseguire calcoli, spesso complessi;

- si ottiene il rimborso dell'imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione, a partire dal mese di luglio (per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre);

- si versano le imposte direttamente mediante trattenuta dalla busta paga (a partire dal mese di luglio) o dalla pensione (a partire dal mese di agosto o settembre).

La documentazione presentata al CAF MCL otterrà anche il Visto di Conformità, questo garantirà che in caso di errore, le sanzioni siano sostenute per intero e direttamente dal CAF MCL

Il modello 730 non solo è utile ma anche versatile. Lo si può presentare oltre che per se stessi ed il proprio compagno legalmente ed effettivamente coniugato, anche per conto di persone incapaci, di minori o di persone terze in qualità di tutori/rappresentanti legali, dal 2020 è possibile presentare il 730 anche per conto delle persone decedute.

Potranno farlo anche coloro che al momento della presentazione non hanno un sostituto d'imposta, in questo caso il rimborso verrà erogato direttamente dall'Agenzia delle entrate, mentre se si dovessero versare delle imposte le si pagherà con F24.

L'Agenzia delle Entrate mette a disposizione, in una specifica area del suo sito internet, il 730 già precompilato. Se vi fossero delle spese non considerate nel modello precompilato, il cittadino potrà scegliere se provvedere in autonomia, in questo caso risponderà di imposte, sanzioni ed interessi per gli errori commessi, in alternativa potrà far inserire le spese direttamente dal CAF MCL, il quale apponendo il Visto di Conformità, risponderà direttamente delle eventuali sanzioni al posto del cittadino.

  • Chi può presentare il modello 730

    Possono utilizzare il modello 730 precompilato o ordinario, i contribuenti che nel 2021 sono:

    • pensionati o lavoratori dipendenti (compresi i lavoratori italiani che operano all’estero per i quali il reddito è determinato sulla base della retribuzione convenzionale definita annualmente con apposito decreto ministeriale);
    • persone che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente (es. integrazioni salariali, indennità di mobilità);
    • soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
    • sacerdoti della Chiesa cattolica;
    • giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive (consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc.);
    • persone impegnate in lavori socialmente utili;
    • lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno. Questi contribuenti possono presentare il 730 precompilato direttamente all’Agenzia delle entrate oppure possono rivolgersi:
      • al sostituto d’imposta, se il rapporto di lavoro dura almeno dal mese di presentazione della dichiarazione al terzo mese successivo;
      • al CAF MCL, se il rapporto di lavoro dura almeno dal mese di presentazione della dichiarazione
    • al terzo mese successivo e si conoscono i dati del sostituto d’imposta che dovrà effettuare il conguaglio;
    • personale della scuola con contratto di lavoro a tempo determinato. Questi contribuenti possono presentare il 730 precompilato direttamente all’Agenzia delle entrate oppure possono rivolgersi al sostituto d’imposta o al CAF MCL , se il contratto dura almeno dal mese di settembre dell’anno 2020 al mese di giugno dell’anno 2021;
    • produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (Mod. 770), Irap e Iva.

    I contribuenti sopra elencati possono presentare il modello 730 precompilato o ordinario anche in mancanza di un sostituto d’imposta tenuto a effettuare il conguaglio.

    Il modello 730 senza sostituto precompilato va presentato direttamente all’Agenzia delle entrate ovvero al CAF MCL, il modello 730 senza sostituto ordinario va presentato al CAF MCL. Se dalla dichiarazione emerge un credito, il rimborso viene erogato dall’Agenzia delle entrate. Se, invece, emerge un debito, il pagamento viene effettuato tramite il modello F24.

    Possono utilizzare il modello 730 precompilato o ordinario i contribuenti che nel 2020 hanno percepito:

    • redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (es. co.co.co. e contratti di lavoro a progetto);
    • redditi dei terreni e dei fabbricati;
    • redditi di capitale;
    • redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita IVA (es. prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente);
    • redditi diversi (es. redditi di terreni e fabbricati situati all’estero);
    • alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata, indicati nella sezione II del quadro D.

    Chi presenta la dichiarazione per conto di persone incapaci, compresi i minori, o per il contribuente deceduto può utilizzare il modello 730 se per questi ricorrono le condizioni sopra descritte.

  • Come si presenta

    Il modello 730 precompilato può essere presentato direttamente oppure tramite il CAF MCL


    La PRESENTAZIONE DIRETTA di un modello precompilato è tutt’altro che semplice, il contribuente infatti se vuole trasmettere in autonomia il modello 730 deve alternativamente:

    • essere in possesso dell’Identità Digitale oppure:
    • di una carta di identità elettronica;
    • le credenziali dispositive rilasciate dall’Inps;
    • una Carta Nazionale dei Servizi.

    Successivamente

    • dovrà verificare i contenuti del modello 730 precompilato, mediante il controllo di un prospetto con l’indicazione sintetica dei redditi e delle spese presenti e delle principali fonti utilizzate per l’elaborazione della dichiarazione.
    • dovrà verificare l’esito della liquidazione: il rimborso che sarà erogato dal sostituto d’imposta e/o le somme che saranno trattenute in busta paga. Però se vi fossero incongruenze l’esito della liquidazione non sarà disponibile fintanto che non sarà integrato il modello 730 da parte del contribuente.
    • dovrà indicare i dati del sostituto d’impostache effettuerà il conguaglio;
    • dovrà compilare la scheda per la sceltadella destinazione dell’8, del 5 e del 2 per mille dell’Irpef, anche se non esprime alcuna scelta;

    Solo alla fine e se il 730 precompilato non richiede nessuna correzione o integrazione, il contribuente lo potrà accettare senza modifiche e spedire telematicamente.

    Se invece, le informazioni in possesso dell’Agenzia delle entrate risultassero incomplete, queste non verranno inserite direttamente nella dichiarazione, sarà cura del contribuente verificarle ed eventualmente modificarle oppure integrarle direttamente nel 730 precompilato. Allo stesso modo il contribuente dovrà intervenire a correggere le informazioni che risultassero incongruenti od errate.

    In questi casi vengono elaborati e messi a disposizione del contribuente un nuovo modello 730 e un nuovo modello 730-3 con i risultati della liquidazione effettuata in seguito alle modifiche operate dal contribuente, delle integrazioni od aggiunte, se risultassero errate, risponderà direttamente il contribuente per imposta sanzioni ed interessi.

    Se, dopo aver effettuato l’invio del 730 precompilato, il contribuente si accorgesse di aver commesso degli errori, potrà rettificarli con specifiche procedure.


    La PRESENTAZIONE TRAMITE CAF MCL permette di operare tutte le verifiche ed integrazioni prima evidenziate, con alcuni benefici:

    non servono identità digitali, carta d’identità elettronica ecc., previa conferimento di una specifica delega al CAF MCL e copia del modello 730-1, in busta chiusa, riportante la scelta per destinare l’8, il 5 e il 2 per mille dell’Irpef (anche se non esprime alcuna scelta, indicando il codice fiscale e i dati anagrafici), sarete:

    • dovrà verificare i contenuti del modello 730 precompilato, mediante il controllo di un prospetto con l’indicazione sintetica dei redditi e delle spese presenti e delle principali fonti utilizzate per l’elaborazione della dichiarazione.
    • dovrà verificare l’esito della liquidazione: il rimborso che sarà erogato dal sostituto d’imposta e/o le somme che saranno trattenute in busta paga. Però se vi fossero incongruenze l’esito della liquidazione non sarà disponibile fintanto che non sarà integrato il modello 730 da parte del contribuente.
    • dovrà indicare i dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio;

    Se la presentazione del precompilato avverrà a nostra cura,per eventuali errori, La legge prevede che il CAF MCL risponda delle sanzioni fiscali.

  • La delega 730

    Con la delega, il contribuente esprime il consenso affinchè il CAF MCL non solo sia abilitato al prelievo del precompilato, ma anche all’effettuazione di tutte le possibili integrazioni di cui il modello necessita o che siano possibili venendo incontro alle esigenze manifestate del cittadino.

    Spesso la mancanza di conoscenza delle opportunità fiscali o la poca dimestichezza con le procedure informatiche porta alla passiva accettazione del contenuto del precompilato ed alla perdita di importanti risparmi fiscali.

    L’agenzia delle entrate nella fase di inserimento dei dati all’interno del modello precompilato, per motivi spesso legati alla oggettiva impossibilità di reperire dati non riesce a completare i prospetti di calcolo, in questi casi la modifica diviene assolutamente necessaria, per questo, l’ausilio di una struttura organizzata sul territorio, con un’esperienza pluriennale ed una professionalità riconosciuta dagli stessi enti pubblici, torna essenziale nel momento di affiancare il cittadino nel delicatissimo ambito delle scelte “fiscali”.

    La Delega è essenziale al fine di permettere al CAF MCL di assumersi le responsabilità per le sanzioni che l’amministrazione finanziaria potrebbe richiedere rispetto ad errori commessi nella fase di integrazione / correzione del precompilato.

    IMPORTANTE: il CAF MCL per effetto della delega si assume le responsabilità per le sanzioni anche nel caso in cui il precompilato venisse confermato in ogni sua parte e spedito direttamente dal CAF MCL.

    La delega può essere presentata solo dai soggetti, che nell’anno precedente hanno presentato la propria dichiarazione dei redditi, perciò se nell’anno precedente non si è presentata alcuna dichiarazione dei redditi non sarà possibile conferire la delega.

    La delega per essere valida, deve contenere alcune informazioni necessarie, quali il codice fiscale e i dati anagrafici del contribuente, l’anno d’imposta cui si riferisce la dichiarazione, la data di conferimento e la firma del contribuente.

    La delega al momento della sottoscrizione dovrà essere accompagnata da delega un documento di riconoscimento valido.

    La delega sarà valida per un anno.

    Nell’attuale situazione, considerate le difficoltà dovute all’emergenza COVID 19, gli uffici del CAF MCL , nell’assoluto rispetto delle norme tese a garantire il benessere e la sicurezza degli operatori e degli utenti, sono a disposizione dei cittadini per le sottoscrizioni delle nuove deleghe od i rinnovi di quelle vecchie per non interrompere la proficua collaborazione che negli anni ci ha caratterizzato ed ha permesso a voi ed a noi di poter raccontare questa storia fatta di impegno, scelte ed opportunità.

  • Le scadenze

    il Caf consegna al contribuente una copia della dichiarazione e il prospetto di liquidazione, modello 730-3, elaborati sulla base dei dati e dei documenti presentati dal contribuente. Nel prospetto di liquidazione sono evidenziate le eventuali variazioni intervenute a seguito dei controlli effettuati dal Caf e sono indicati i rimborsi che saranno erogati dal sostituto d’imposta e le somme che saranno trattenute.

    Queste attività saranno svolte secondo un preciso calendario:

    • 15 giugno per le dichiarazioni presentate entro il 31 maggio;
    • 29 giugno per quelle presentate dal 1° al 20 giugno;
    • 23 luglio per quelle presentate dal 21 giugno al 15 luglio;
    • 15 settembre per quelle presentate dal 16 luglio al 31 agosto;
    • 30 settembre per quelle presentate dal 1° al 30 settembre;

    Il contribuente non è ovviamente obbligato ad utilizzare il modello 730 precompilato messo a disposizione dall’Agenzia delle entrate. Può infatti presentare la dichiarazione modello 730 con le modalità ordinarie rivolgendosi direttamente al CAF MCL.

    Il CAF MCL supporterà i contribuenti:

    • nella predisposizione di modelli REDDITI (EX UNICO) nel caso in cui si abbiano redditi in aggiunta a quelli presenti nel precompilato ma che non possono essere accolti dal modello 730.
    • nella compilazione la dichiarazione utilizzando il modello REDDITI ordinario o integrando il modello 730 precompilato.
    • nella presentazione del modello 730 nel caso in cui l’Agenzia non abbia messo a disposizione il precompilato

    Nel caso in cui il contribuente decida di farsi compilare il modello 730 dal CAF MCL, dovrà recarsi presso una nostra sede entro il 30 settembre 2021. Nel caso invece di presentazione al sostituto d’imposta il contribuente deve consegnare entro la stessa data il modello 730 ordinario già compilato.

    Si ricorda che anche in questo caso, la responsabilità delle sanzioni relative ad errori sul modello 730, dal momento che verrà comunque apposto sul modello 730 il Visto di Conformità, saranno a completo carico del CAF MCL.

    IMPORTANTE: il visto di conformità non viene apposto sul MODELLO REDDITI/21.

Ecco cosa possiamo fare per te

I SERVIZI DEL CAF MCL

Rivolgiti al CAF MCL per le esigenze in materia fiscale e per tutte le agevolazioni fiscali I nostri operatori saranno a tua disposizione per aiutarti.

730
Superbonus 110%
Assegno Unico
Redditi PF
Red
InvCiv
Isee
Iseeu
Successioni
Locazioni
Colf e Badanti
Imu - Tari
Bonus Elettrico

Rivolgiti al CAF MCL per tutte le esigenze e agevolazioni in materia fiscale.
I nostri operatori saranno a tua disposizione per aiutarti.