AREA RISERVATA - CAF MCL

UN CORPOSO PROVVEDIMENTO CONDITO DI PROROGHE ED AGEVOLAZIONI CARATTERIZZA IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI

Caf News 24
/ Pubblicato in: Modello redditi
UN CORPOSO PROVVEDIMENTO CONDITO DI PROROGHE ED AGEVOLAZIONI CARATTERIZZA IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI 497 0

Dichiarazione IMU a dicembre, novità sui controlli formali ex art. 36 ter sulle spese sanitarie in precompilata laddove confermate, liquidazione dei crediti agli eredi, tante novità nel Decreto Semplificazioni del 15 giugno

articolo di cafnews24

Il 15 giugno il Consiglio dei Ministri ha varato il decreto semplificazioni “corposo” provvedimento che riscrive il calendario fiscale ed introduce interessanti novità.

La prima, l’IMU, viene rivisto il termine fissato per la presentazione della dichiarazione IMU, fissandolo al 31 dicembre 2022, viene anche differito al 30 settembre 2022 il termine per la dichiarazione dell’imposta di soggiorno, che sappiamo potrebbe interessare i cittadini per le locazioni brevi laddove nella locazione non fosse intervenuto un intermediario.

Novità anche per le spese sanitarie, viene infatti stabilito che per le precompilate che i contribuenti presenteranno attraverso un CAF, dalla prossima primavera, non sarà più effettuato alcun controllo formale sui dati delle spese sanitarie che non risultano modificati rispetto alla dichiarazione precompilata messa a disposizione dall’amministrazione finanziaria.

Questa è un’importante novità, ricorderete che anche nel caso in cui il CAF avesse confermato il contenuto della precompilata, senza modificare alcun dato relativo alle spese sanitarie, saremmo comunque stati soggetti ai controlli ex art.36 ter. Dalla campagna fiscale 2023, perciò, laddove si confermassero le spese affluite all’Agenzia tramite il sistema tessera sanitaria non saremo più soggetti a controlli documentali.

Chiarisco che tale eccezione opera solo ed esclusivamente in relazione alle spese sanitarie, perché correlate alle comunicazioni del “sistema tessera sanitaria” ritenuto dal legislatore ormai affidabile al 100%. 

Nel caso poi, che il CAF provveda a modificare il contenuto delle spese sanitarie, il controllo formale sarà espletato solo relativamente ai documenti di spesa che non risultano trasmessi al sistema tessera sanitaria.

L’art. 5 del provvedimento prevede che i crediti relativi ai defunti e per i tributi di competenza dell’Agenzia delle Entrate saranno erogati “salvo diversa comunicazione degli interessati”, ai soggetti “chiamati all’eredità”. L’importo che sarà liquidato direttamente dall’Amministrazione finanziaria spetterà ovviamente nella misura corrispondente alla rispettiva quota ereditaria così come desumibile dalla successione. Lo riporto solo per dovere di cronaca: la norma prevede che il chiamato all’eredità che non intende accettare il rimborso fiscale potrà riversare l’importo erogato all’Agenzia delle Entrate.

Le modifiche introdotte dal decreto prevedono, limitatamente agli assegni targati 2022 e nel caso di nuclei con ISEE inferiore a 25.000 euro, un aumento di 120 euro al mese della compensazione transitoria per chi ha figli disabili.

Il decreto interviene anche sul bonus da 200 euro a sostegno dei lavoratori con redditi fino a 35.000 euro. La norma prevede, “limitatamente” ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni i cui servizi di pagamento delle retribuzioni sono gestiti dal Ministero dell’Economia, che l’individuazione dei dipendenti tenuti alla certificazione dei redditi complessivi avverrà con una comunicazione tra il MEF e l’INPS.

Un’ultima “chicca”, il Presidente del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti con una lettera del 17 giugno chiede all’esecutivo fra le diverse proroghe inserite nel decreto semplificazioni di prevedere anche la proroga dei pagamenti Irpef, ipotizzando lo slittamento della scadenza del 30 giugno al 20 luglio ed il pagamento con la maggiorazione dello 0,4% al 20 di agosto.

Fra i diversi motivi c’è che le precompilate sono state messe a disposizione solo a partire dal 23 maggio 2022.

Print
Rate this article:
4.0

Speciali

Assegno Unico Universale

REMINDER: IL 30 GIUGNO SCADE IL TERMINE PER AVER RICONOSCIUTI GLI ARRETRATI RELATIVI ALL’ASSEGNO UNICO DAL MESE DI MARZO

Accorgimenti per aver garantiti gli arretrati dal mese di marzo 2022, nel caso si trasmetta entro il termine del 30 giugno la richiesta di Assegno Unico Universale

INPS COMUNICA LA DISPONIBILITA’ DI TRE NUOVE FUNZIONI PER CORREGGERE OD INTEGRARE LE DOMANDE

Con il messaggio n. 1962/2022 del 09 maggio, l’Inps mette a disposizione, nella procedura online, tre possibilità per correggere od...

INPS CON IL MESSAGGIO DEL 20 APRILE UN FOCUS SU CRITERI DI SPETTANZA

L’Inps fornisce importanti chiarimenti su talune particolari questioni: genitori separati, nuclei numerosi e figli che nel frattempo sono...

Bonus Edilizi

AVVIO GRADUALE DELLE DIVERSE NOVITA’ INTRODOTTE DAL DECRETO AIUTI E SOSTEGNI, LA PRIMA E’ LA LIMITAZIONE DEGLI UTILIZZI PARZIALI DEI CREDITI

Ancora lacci e lacciuoli che mirano a limitare l’utilizzo in compensazione dei crediti

UNA RIFLESSIONE SULLE CESSIONI SUCCESSIVE ALLA PRIMA E SUI SOGGETTI ABILITATI

L’obbligo di detenere un reddito imponibile ai fini della cessione del credito spetta solo al committente e non già al primo acquirente...

DEDALO DI NUOVI LIMITI E MODALITA’ PER LE OPERAZIONI DI CESSIONE

Facciamo il punto successivamente all’entrata in vigore il giorno 17 febbraio delle nuove disposizioni relativamente alle cessioni di...

L'approfondimento

Dal 30 giugno scattano le sanzioni nel caso di indisponibilità ad accettare pagamenti in moneta elettronica a fronte sia di prestazioni di servizi che operazioni commerciali

Le accoglienti porte dell’agenzia delle entrate si aprono alle criptovalute ed a tutti i rapporti finanziari tenuti tramite criptovalute e comunque ogni altra grandezza diversa dalle monete aventi corso legale.

Di un fisco che scommettesse sui nostri fallimenti credo che nessuno ne sentisse il bisogno  

Pe il momento è scongiurata l’ipotesi di chiedere un contributo da parte dei CAF per la presentazione del modello ISEE

Commenti

Di un fisco che scommettesse sui nostri fallimenti credo che nessuno ne sentisse il bisogno  

Pe il momento è scongiurata l’ipotesi di chiedere un contributo da parte dei CAF per la presentazione del modello ISEE

Un recente interpello all’Agenzia delle Entrate, permette di chiarire a chi spetta l'obbligo di presentazione della successione a prescindere dalla qualità di erede, testamentario o legittimo.

IMU scadenze immutate e qualche dubbio in più nell’attesa che si compia la revisione del sistema

Concessi trenta giorni in più solo per il pagamento in un’unica soluzione degli avvisi bonari

La giurisprudenza tributaria fa breccia nella presunzione prevista all’art. 26 co.2 del TUIR nel caso di immobile cointestato e concesso in locazione da uno solo dei proprietari.

Modello 730

Modelli 730 e precompilate da rifare, una comunicazione del Presidente dell’Associazione Nazionale dei Commercialisti denuncia una situazione inaccettabile

La dichiarazione modello 730/2022 precompilata sarà a disposizione nell’area riservata dei contribuenti dal 23 maggio

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

L’agenzia le prova tutte per rendere sempre più appetibile la precompilata, ma non gioca sul miglioramento del servizio, l’unica freccia al suo arco sono le ancestrali paure del contribuente
L’Agenzia delle Entrate chiarisce gli effetti della trasmissione tardiva della dichiarazione

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021