AREA RISERVATA - CAF MCL

STRETTA SULLE LOCAZIONI BREVI

Caf News 24
/ Pubblicato in: Locazioni e successioni
STRETTA SULLE LOCAZIONI BREVI 3936 0
articolo di CAF News 24

dal 1° dicembre 2021 è entrato in vigore il D.M. 29 settembre 2021, n. 161 del Ministero del Turismo (pubblicato nella G.U. 16 novembre 2021, n. 273) le cui finalità sono di regolamentare il funzionamento di una banca dati nazionale delle strutture ricettive e degli immobili destinati alle locazioni brevi, nonché l’attribuzione e gestione dei codici che identificano gli immobili destinati a finalità turistiche (art. 4, D.L. n. 50/2017).

Alla luce di quanto sopra per i soggetti che concedono in locazione breve immobili a uso abitativo, oltre alle strutture ricettive senza dimenticare gli intermediari del settore, tipicamente portali telematici ed intermediari immobiliari corre l’obbligo di indicare un codice identificativo dell’immobile.

La mancata indicazione del codice identificativo, ai sensi dell’art. 13-quater, comma 8, D.L. n. 34/2019, viene sanzionata in maniera feroce, si prevede infatti, una sanzione da 500 a 5.000 euro, maggiorata del doppio in caso di reiterazione della violazione.

La nuova banca dati abbinerà al codice identificativo tutta una serie di dati relativi all’immobile adibito alle locazioni brevi, quali ad esempio tipologia di alloggio, ubicazione, capacità ricettiva, soggetto che esercita l’attività, nonché titolo abilitativo necessario ai fini dello svolgimento dell’attività stessa.

Le finalità ultime del provvedimento sono chiare, si è cercato di attivare un efficace monitoraggio dell’attività di tutti gli immobili offerti sul mercato ed una spinta all’accertamento dei redditi prodotti in questo ambito.

Per inquadrare la portata del provvedimento riprendiamo i concetti alla base delle locazioni brevi.

Per locazione breve si intende il contratto di locazione di immobili a uso abitativo di durata non superiore a 30 giorni, ivi inclusa la prestazione dei servizi quali fornitura di biancheria e di pulizia dei locali, che sono stipulati da persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività d'impresa, direttamente o tramite soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare, ovvero portali telematici.

Già la legge di bilancio 2021 era intervenuta su questa tipologia di attività, prevedendo l’esclusione dalla natura non imprenditoriale nel caso di locazione “breve” di più di 4 immobili per ciascun periodo di imposta, includendo nella previsione i contratti di sublocazione e i contratti di locazione “onerosa” conclusi dal comodatario.

Gli effetti della disposizione erano già importanti, infatti laddove fosse scattata la presunzione di imprenditorialità, sarebbero decorsi gli obblighi iva e sarebbe venuta meno la cedolare secca.

Alcuni osservatori avevano già evidenziato alcune incongruenze, ad esempio nel caso della locazione breve di 5 immobili sarebbe come previsto scattato l’obbligo iva, invece nel caso del possesso di sei immobili di cui due locati ordinariamente (4+4) e 4 in locazione breve non sarebbe scattato alcun obbligo!

Per concludere le informazioni contenute nella nuova banca dati saranno pubblicate sul sito del Ministero del turismo e saranno rese accessibili, previa registrazione.

Print
Rate this article:
No rating

CAF News 24
Contact author
Altri articoli di CAF News 24

CAF News 24

CAFNEWS24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma il 20/10/2021 con n. 167/2021

Contact author

x

Speciali

Assegno Unico Universale

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE 2024 PER FIGLI A CARICO: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PRESENTARE L’ISEE

AGGIORNARE L’ISEE ENTRO IL 29 FEBBRAIO, PER EVITARE DI RICEVERE L’IMPORTO MINIMO

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, DUE IMPORTANTI NOVITA’ DI SETTEMBRE

DUE NUOVE CIRCOLARI DELL’INPS, SPIEGANO LE NOVITÀ RELATIVE AL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI, SIA PER CHI GIÀ LO RICEVE CHE...

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023


Bonus Edilizi

BONUS VERDE PER SISTEMAZIONE TERRAZZI E GIARDINI

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO NEL 2024

LA SORTE DELL’IMMOBILE COMPRAVENDUTO OGGETTO DI SUPERBONUS

OCCHIO AL REGOLAMENTO DEI CONTI

COL DECRETO CESSIONI VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE SE 4 O 10 RATE

Solo per le spese sostenute nel 2022 la possibilità di limitare gli effetti dei blocchi alle cessioni


L'approfondimento

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CEDOLARE SECCA, FONDO GARANZIA PRIMA CASA ED ABBANDONO SUPERBONUS

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

DOPO ANNI DI INCERTEZZE OPERATIVE E PARENTESI LEGATE ALLA PANDEMIA VI E’ ORA LA CERTEZZA DELLA GENERALIZZATA OPZIONE PER IL 730 SENZA SOSTITUTO 

IL 30 NOVEMBRE RAPPRESENTA LA DATA DI SCADENZA PER L'INVIO DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2023, UN OBBLIGO CHE COINVOLGE NON SOLO I TITOLARI DI PARTITA IVA MA ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI E I PENSIONATI CHE NON HANNO ANCORA PRESENTATO IL MODELLO 730.

IL SECONDO ACCONTO OPZIONI PER IL RICALCOLO

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Se vuoi essere sempre aggiornato su scadenze, agevolazioni e novità fiscali

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • *
  • *
  • *
  • Ho letto e compreso la privacy policy del sito
  • *