AREA RISERVATA - CAF MCL

REMINDER: IL 30 GIUGNO SCADE IL TERMINE PER AVER RICONOSCIUTI GLI ARRETRATI RELATIVI ALL’ASSEGNO UNICO DAL MESE DI MARZO

Caf News 24
/ Pubblicato in: Assegno unico
REMINDER: IL 30 GIUGNO SCADE IL TERMINE PER AVER RICONOSCIUTI GLI ARRETRATI RELATIVI ALL’ASSEGNO UNICO DAL MESE DI MARZO 1173 0

Accorgimenti per aver garantiti gli arretrati dal mese di marzo 2022, nel caso si trasmetta entro il termine del 30 giugno la richiesta di Assegno Unico Universale

articolo di cafnews24

Gli ultimi dati danno in 7,5 milioni i figli che hanno beneficiato dell’Assegno Unico, un dato sicuramente sottostimato rispetto al potenziale numero degli aventi diritto.

Per questo motivo assume grande importanza la scadenza del 30 giugno 2022, quale termine ultimo per aver garantite le prestazioni spettanti a partire dal mese di marzo 2022.

Ammesso che il ritardo sia dovuto a scelte personali, chi lo ha fatto o chi invece a maggior ragione non lo avesse fatto per mancata conoscenza dovrà ora considerare che solo in caso di invio della domanda entro la fine del prossimo mese avrà diritto al pagamento degli arretrati a decorrere dal primo giorno del mese di marzo 2022.

Da analisi fatte, diviene infatti difficile immaginare che i potenziali aventi diritto non ne abbiano avuto evidenza a partire dal mese di marzo, siamo portati ad immaginare che il minor peso della busta paga possa essere un richiamo al quale difficilmente si rimane sordi, le ipotesi sono molteplici, sicuramente disinformazione ma anche diffidenza verso gli strumenti atti a garantirne la fruizione, quali l’ISEE oppure la poca alfabetizzazione informatica, l’assenza di SPID.

Ma a prescindere dai motivi serve comunicare che l’ultima chiamata è ormai alle porte, perché solo il rispetto del termine del 30 giugno consente di ottenere l’assegno unico anche per i mesi di marzo, aprile e maggio. Cosa succede invece se si salta l’appuntamento?

L’INPS ha risposto a questo annoso quesito chiarendo, con la circolare numero 23 del 9 febbraio 2022, che in caso di presentazione della domanda dal 1° luglio la prestazione decorre dal mese successivo, questo significa che i benefici pregressi saranno definitivamente perduti, intendendo per tali, gli assegni rispettivamente dei mesi di marzo, aprile e maggio 2022.

Ai nostri informati lettori non sfuggirà che la scadenza del 30 giugno non solo sarà determinante per chi non avesse presentato la domanda ma lo sarà anche per coloro che avessero presentato la richiesta di assegno unico, riservandosi di produrre la propria ISEE in un secondo tempo.

E’ noto infatti, che per determinare l’esatto importo dell’assegno occorre avere i dati della ISEE al fine di collocare nella fascia corretta il cittadino richiedente la prestazione.

Tale affermazione, potrebbe in prima battuta confliggere con l’ipotesi prima riportata di istanza presentata senza ISEE, a chiarimento si precisa che l’assegno è Unico ed Universale, il carattere di universalità va ricondotto all’ipotesi che l’assenza dell’ISEE non determinerà la misura esatta del beneficio ma non ne inficerà il diritto alla percezione. Infatti, anche coloro che non presentassero l’ISEE ne avranno diritto anche se nella misura minima di euro 50,00 per i figli minori e 25 euro per i figli maggiorenni fino a 21 anni.

Questa circostanza, ci porta a tenere conto del fatto che la prestazione potrà essere riallineata ai valori spettanti solo se corroborata del proprio ISEE, da qui, se la presentazione fosse entro il 30 del mese di giugno gli arretrati ragguagliati alla propria ISEE spetteranno dal mese di marzo, diversamente se tale adempimento sarà stato realizzato dal mese di luglio, le competenze saranno riallineate con riferimento al solo mese precedente.  

Print
Rate this article:
3.0

Speciali

Assegno Unico Universale

REMINDER: IL 30 GIUGNO SCADE IL TERMINE PER AVER RICONOSCIUTI GLI ARRETRATI RELATIVI ALL’ASSEGNO UNICO DAL MESE DI MARZO

Accorgimenti per aver garantiti gli arretrati dal mese di marzo 2022, nel caso si trasmetta entro il termine del 30 giugno la richiesta di Assegno Unico Universale

INPS COMUNICA LA DISPONIBILITA’ DI TRE NUOVE FUNZIONI PER CORREGGERE OD INTEGRARE LE DOMANDE

Con il messaggio n. 1962/2022 del 09 maggio, l’Inps mette a disposizione, nella procedura online, tre possibilità per correggere od...

INPS CON IL MESSAGGIO DEL 20 APRILE UN FOCUS SU CRITERI DI SPETTANZA

L’Inps fornisce importanti chiarimenti su talune particolari questioni: genitori separati, nuclei numerosi e figli che nel frattempo sono...

Bonus Edilizi

AVVIO GRADUALE DELLE DIVERSE NOVITA’ INTRODOTTE DAL DECRETO AIUTI E SOSTEGNI, LA PRIMA E’ LA LIMITAZIONE DEGLI UTILIZZI PARZIALI DEI CREDITI

Ancora lacci e lacciuoli che mirano a limitare l’utilizzo in compensazione dei crediti

UNA RIFLESSIONE SULLE CESSIONI SUCCESSIVE ALLA PRIMA E SUI SOGGETTI ABILITATI

L’obbligo di detenere un reddito imponibile ai fini della cessione del credito spetta solo al committente e non già al primo acquirente...

DEDALO DI NUOVI LIMITI E MODALITA’ PER LE OPERAZIONI DI CESSIONE

Facciamo il punto successivamente all’entrata in vigore il giorno 17 febbraio delle nuove disposizioni relativamente alle cessioni di...

L'approfondimento

Dal 30 giugno scattano le sanzioni nel caso di indisponibilità ad accettare pagamenti in moneta elettronica a fronte sia di prestazioni di servizi che operazioni commerciali

Le accoglienti porte dell’agenzia delle entrate si aprono alle criptovalute ed a tutti i rapporti finanziari tenuti tramite criptovalute e comunque ogni altra grandezza diversa dalle monete aventi corso legale.

Di un fisco che scommettesse sui nostri fallimenti credo che nessuno ne sentisse il bisogno  

Pe il momento è scongiurata l’ipotesi di chiedere un contributo da parte dei CAF per la presentazione del modello ISEE

Commenti

Di un fisco che scommettesse sui nostri fallimenti credo che nessuno ne sentisse il bisogno  

Pe il momento è scongiurata l’ipotesi di chiedere un contributo da parte dei CAF per la presentazione del modello ISEE

Un recente interpello all’Agenzia delle Entrate, permette di chiarire a chi spetta l'obbligo di presentazione della successione a prescindere dalla qualità di erede, testamentario o legittimo.

IMU scadenze immutate e qualche dubbio in più nell’attesa che si compia la revisione del sistema

Concessi trenta giorni in più solo per il pagamento in un’unica soluzione degli avvisi bonari

La giurisprudenza tributaria fa breccia nella presunzione prevista all’art. 26 co.2 del TUIR nel caso di immobile cointestato e concesso in locazione da uno solo dei proprietari.

Modello 730

Modelli 730 e precompilate da rifare, una comunicazione del Presidente dell’Associazione Nazionale dei Commercialisti denuncia una situazione inaccettabile

La dichiarazione modello 730/2022 precompilata sarà a disposizione nell’area riservata dei contribuenti dal 23 maggio

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

L’agenzia le prova tutte per rendere sempre più appetibile la precompilata, ma non gioca sul miglioramento del servizio, l’unica freccia al suo arco sono le ancestrali paure del contribuente
L’Agenzia delle Entrate chiarisce gli effetti della trasmissione tardiva della dichiarazione

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021