AREA RISERVATA - CAF MCL

QUALI SONO LE SPESE MEDICHE CHE POSSONO ESSERE DETRATTE ?

Caf News 24
/ Pubblicato in: Detrazioni
QUALI SONO LE SPESE MEDICHE CHE POSSONO ESSERE DETRATTE ? 4022 0

Non basterà valutarne la detraibilità in base al pagamento, serve altro

articolo di Stefano Ceci

Ieri abbiamo ragionato sulle modalità di pagamento e sulla detraibilità, vediamo ora, una volta superato l’esame sulle modalità di pagamento, di quali altri elementi occorrerà tener conto ai fini di un corretto inserimento in dichiarazione.

Ci sono altri test che deve superare la spesa, il primo, forse il più banale e scontato; deve essere sostenuta nel periodo cui si riferisce la dichiarazione.

Questo è il cosiddetto principio di cassa, vale a dire, la spesa si detrae con riferimento all’anno in cui questa è stata pagata, perciò una fattura per prestazioni mediche datata dicembre 2022 e pagata a gennaio non sarà detraibile nel 730/23 ma piuttosto lo sarà nel 730/24.

Per i più precipitosi, già pronti ad inserire l’anelato onere in dichiarazione, dico alt! Serve verificare altro.

I più veloci diranno, serve la prescrizione medica!

A questi rispondo, no, non occorre, quello che invece occorre è che il documento amministrativo riporti la specifica prestazione medica e la figura che l’ha resa.

Consapevole di non poter esaurire l’argomento, di seguito riporto alcune tipologie di spese mediche sicuramente detraibili:

  1. prestazioni rese da psicologi e psicoterapeuti per finalità terapeutiche
  2. prestazioni rese biologi, compresi i biologi nutrizionisti la cui professione, pur non essendo

sanitaria, è inserita nel ruolo sanitario del Servizio sanitario nazionale

  1. prestazioni rese in ambulatori specialistici per la disassuefazione dal fumo di tabacco (parere

Ministero della Salute del 20 ottobre 2016).

  1. prestazioni chirurgiche;
  2. esami di laboratorio e controlli ordinari sulla salute della persona, ricerche e

applicazioni

  1. elettrocardiogrammi, ecocardiografia, elettroencefalogrammi
  2. T.A.C. (tomografia assiale computerizzata)
  3. risonanza magnetica nucleare
  4. ecografie
  5. indagini laser
  6. ginnastica correttiva e di riabilitazione degli arti e del corpo
  7. sedute di neuropsichiatria
  8. dialisi
  9. cobaltoterapia
  10. iodio-terapia
  11. anestesia epidurale, inseminazione artificiale, amniocentesi, villocentesi, altreanalisi di diagnosi prenatale
  12. analisi, indagini radioscopiche, ricerche e applicazioni;
  13. prestazioni specialistiche;
  14. acquisto o affitto di protesi sanitarie;
  15. prestazioni rese da un medico generico (comprese le prestazioni rese per visite e cure di medicina omeopatica, certificati di idoneità per la patente di guida, per pratica sportiva, o di sana e robusta costituzione);
  16. ricoveri collegati a una operazione chirurgica o a degenze. In caso di ricovero di un anziano in un istituto di assistenza e ricovero, la detrazione non spetta per le spese relative alla retta di ricovero e di assistenza, ma solo per le spese mediche che devono essere indicate in maniera separata nella documentazione rilasciata dall’Istituto;
  17. acquisto di medicinali da banco e/o con ricetta medica (anche omeopatici);
  18. spese relative all’acquisto o all’affitto di dispositivi medici (ad esempio apparecchio per aerosol o per la misurazione della pressione sanguigna),ma dallo scontrino o dalla fattura deve risultare il soggetto che sostiene la spesa e la descrizione del dispositivo medico che deve essere contrassegnato dalla marcatura CE;
  19. spese relative al trapianto di organi;
  20. importi dei ticket pagati, se le spese sopraelencate sono state sostenute nell’ambito del Servizio sanitario nazionale.
  21. spese specialistiche sostenute per la redazione di una perizia medico legale e le eventuali spese mediche a essa finalizzate (per esempio, le spese sostenute per visite mediche, analisi, indagini radioscopiche, eccetera)

Quelle fin qui proposte sono spese evidentemente rese da personale medico, ma vediamo allora, quali sono le spese detraibili se rese da personale infermieristico o paramedico:

  1. assistenza infermieristica e riabilitativa (per es. fisioterapia, kinesiterapia, laserterapia ecc.);
  2. prestazioni rese da personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona;
  3. prestazioni rese da personale di coordinamento delle attività assistenziali di nucleo;
  4. prestazioni rese da personale con la qualifica di educatore professionale;
  5. prestazioni rese da personale qualificato addetto ad attività di animazione e/o di terapia occupazionale;
  6. importi dei ticket pagati, se le spese sopraelencate sono state sostenute nell’ambito del Servizio sanitario nazionale.

Quelle elencate sono rese da personale non medico, ciò significa che le spese saranno detraibili anche senza specifica prescrizione medica, indispensabile sarà che dal documento di spesa risulti la figura professionale e la tipologia di prestazione resa dal professionista sanitario.

Print
Rate this article:
5.0

Stefano Ceci
Contact author
Altri articoli di Stefano Ceci

Stefano Ceci

Dottore Commercialista iscritto all’ordine di Roma, Iscritto al Registro dei Revisori Contabili dal 1985 titolare di uno studio tributario e di consulenza aziendale. Componente Commissione area Tecnico Fiscale Consulta Nazionale dei CAF. Responsabile dell’Assistenza Fiscale del CAF MCL srl. Responsabile Ufficio Formazione CAF MCL srl. Ha maturato notevole esperienza nella gestione ed organizzazione degli Enti No Profit, componente del Tavolo Tecnico Legislativo in seno al Forum Nazionale del Terzo Settore, relatore alla Commissione Bilancio del Senato per le proposte di modifica Dlgs 117/17 , Componente Ufficio di Segreteria Fondi PNRR UE 2021-27 Forum Nazionale del Terzo Settore, collaborazioni con le commissioni terzo settore dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Roma ed Arezzo _ consulente amministrativo progetti ex/L. 383/00, consulente scientifico Commissione Riforma Terzo Settore – collaborazione con testate giornalistiche : CAF NEWS24 , Edizioni Traguardi Sociali, nel 2022 ha pubblicato: La Riforma del Terzo Settore – manuale pratico per le Associazioni di Promozione Sociale”

Contact author

x

Speciali

Assegno Unico Universale

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE 2024 PER FIGLI A CARICO: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PRESENTARE L’ISEE

AGGIORNARE L’ISEE ENTRO IL 29 FEBBRAIO, PER EVITARE DI RICEVERE L’IMPORTO MINIMO

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, DUE IMPORTANTI NOVITA’ DI SETTEMBRE

DUE NUOVE CIRCOLARI DELL’INPS, SPIEGANO LE NOVITÀ RELATIVE AL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI, SIA PER CHI GIÀ LO RICEVE CHE...

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023


Bonus Edilizi

BONUS VERDE PER SISTEMAZIONE TERRAZZI E GIARDINI

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO NEL 2024

LA SORTE DELL’IMMOBILE COMPRAVENDUTO OGGETTO DI SUPERBONUS

OCCHIO AL REGOLAMENTO DEI CONTI

COL DECRETO CESSIONI VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE SE 4 O 10 RATE

Solo per le spese sostenute nel 2022 la possibilità di limitare gli effetti dei blocchi alle cessioni


L'approfondimento

Come calcolare l’imposta con uno sguardo alle poche ma interessanti novità.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

LA CORTE DEI CONTI RILEVA L'USO MASSIVO DEI CAF E DEGLI INTERMEDIARI PER EVITARE ERRORI E SEMPLIFICARE IL PROCESSO.

DOPO ANNI DI INCERTEZZE OPERATIVE E PARENTESI LEGATE ALLA PANDEMIA VI E’ ORA LA CERTEZZA DELLA GENERALIZZATA OPZIONE PER IL 730 SENZA SOSTITUTO 

IL 30 NOVEMBRE RAPPRESENTA LA DATA DI SCADENZA PER L'INVIO DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2023, UN OBBLIGO CHE COINVOLGE NON SOLO I TITOLARI DI PARTITA IVA MA ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI E I PENSIONATI CHE NON HANNO ANCORA PRESENTATO IL MODELLO 730.

IL SECONDO ACCONTO OPZIONI PER IL RICALCOLO

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Se vuoi essere sempre aggiornato su scadenze, agevolazioni e novità fiscali

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • *
  • *
  • *
  • Ho letto e compreso la privacy policy del sito
  • *