AREA RISERVATA - CAF MCL

PROROGA VERSAMENTI DA DICHIARAZIONE DEI REDDITI PER SOGGETTI ISA

Caf News 24
/ Pubblicato in: Speciali
PROROGA VERSAMENTI DA DICHIARAZIONE DEI REDDITI PER SOGGETTI ISA 3105 0

Lo 0,40 % non sarà fisso ma calcolato per giorni !!!

articolo di Stefano Ceci

Pensavo di aver messo da parte la naturale ed endemica diffidenza nei confronti dei provvedimenti lenitivi delle sofferenze di chi come noi, a ridosso dei (timidi) vagiti di una estate che stenta a prendere il largo, è dedito alla compilazione delle dichiarazioni dei redditi.

Non è certo l’estate che mi scorre davanti il problema, a questo vi ero preparato, ciò che mi duole è ben altro.

A minare la mia (proverbiale) capacità d’incasso, c’è che quello promosso ai primi di giugno é un azzoppato provvedimento di proroga dei versamenti per i soggetti ISA, che diversamente dal passato non si ferma al 20 agosto ma ben prima, il trentuno luglio.

…..Avevo preso due bei colpi, le gambe mi tremavano va detto, ma ancora non ero steso al tappeto, il mio secondo dall’angolo mi incitava a non mollare perché sapeva che presto avrei mollato il mio folgorante “Uppercut”.  

La situazione inizia a volgere a mio favore, mentre pianto i piedi bene a terra ed inizio a prendere la mira, ecco che all’improvviso mi arriva dritto come un “Frecciarossa” un montante di quelli che ti spediscono a terra come un sacco di patate, e sì cari amici, soffermandomi sui contenuti del DL 774, scopro l’ennesima ed inaspettata sorpresa…..

La maggiorazione (?), stavolta sarà calcolata in ragione dei giorni di differimento.

TESTUALE: “… In deroga a quanto disposto dall’articolo 17, comma 2, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 7 dicembre 2001, n. 435, i versamenti di cui al primo periodo possono essere effettuati entro il 31 luglio 2023, maggiorando le somme da versare, in ragione di giorno, fino allo 0,40 per cento, a titolo di interesse corrispettivo.”

Bene, ora sappiamo che dovremo assoggettare ad un interesse dello 0,04% per ragione di giorno il saldo e l’acconto, laddove pagati in un’unica soluzione nell’arco temporale dal 21 luglio al trentuno luglio, oppure 1/5 delle somme nei casi di pagamento dilazionato.

Sfido ciascuno di voi a far comprendere ai propri assistiti il senso ed il valore di quello che ho scritto, parrebbero fesserie, unitili “inerpicazioni” (termine coniato all’uopo) lungo la linea frastagliata che segna il calendario delle nostre attività.

Da domani, non solo chiederemo se dilazionare in 2,3 o cinque rate, non solo valuteremo se sia meglio prima compensare e poi semmai dilazionare, ma dovremo anche considerare la somma da versare come prima rata in ragione dei giorni che la distanziano dalla “dead line” del 20 luglio e del fatidico giorno in cui “bontà loro” legittimamente chi assistiamo sceglierà di pagare, salvo poi rifare il modello f24 se per un  motivo qualsiasi non si riuscirà a mantenere il solenne impegno a versare quanto stabilito alla data stabilita.

Come qualcuno giustamente osserva, stride il bisogno di chiudere i conti con l’erario entro il 31 luglio, a cui fa da contraltare la novellata possibilità di pagare a rate anche il secondo acconto.

Sulla vicenda del secondo acconto a rate ci tornerò nei prossimi interventi, per il momento mi fermo alla rassegnata disamina dell’ennesimo “mezzo provvedimento”.

Preso dalla foga “oratoria” ho dimenticato che anche i non titolarti di partita iva possono provvedere a procrastinare i versamenti all’interno periodo compreso tra il 1° e il 31 luglio 2023, fatta salva l’eventuale possibilità di chiedere l’ulteriore dilazione in 5 rate.

Anche a questi soggetti si dovrà applicare la maggiorazione dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.

Print
Rate this article:
4.5

Stefano Ceci
Contact author
Altri articoli di Stefano Ceci

Stefano Ceci

Dottore Commercialista iscritto all’ordine di Roma, Iscritto al Registro dei Revisori Contabili dal 1985 titolare di uno studio tributario e di consulenza aziendale. Componente Commissione area Tecnico Fiscale Consulta Nazionale dei CAF. Responsabile dell’Assistenza Fiscale del CAF MCL srl. Responsabile Ufficio Formazione CAF MCL srl. Ha maturato notevole esperienza nella gestione ed organizzazione degli Enti No Profit, componente del Tavolo Tecnico Legislativo in seno al Forum Nazionale del Terzo Settore, relatore alla Commissione Bilancio del Senato per le proposte di modifica Dlgs 117/17 , Componente Ufficio di Segreteria Fondi PNRR UE 2021-27 Forum Nazionale del Terzo Settore, collaborazioni con le commissioni terzo settore dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Roma ed Arezzo _ consulente amministrativo progetti ex/L. 383/00, consulente scientifico Commissione Riforma Terzo Settore – collaborazione con testate giornalistiche : CAF NEWS24 , Edizioni Traguardi Sociali, nel 2022 ha pubblicato: La Riforma del Terzo Settore – manuale pratico per le Associazioni di Promozione Sociale”

Contact author

x

Speciali

Assegno Unico Universale

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE 2024 PER FIGLI A CARICO: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PRESENTARE L’ISEE

AGGIORNARE L’ISEE ENTRO IL 29 FEBBRAIO, PER EVITARE DI RICEVERE L’IMPORTO MINIMO

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, DUE IMPORTANTI NOVITA’ DI SETTEMBRE

DUE NUOVE CIRCOLARI DELL’INPS, SPIEGANO LE NOVITÀ RELATIVE AL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI, SIA PER CHI GIÀ LO RICEVE CHE...

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023


Bonus Edilizi

BONUS VERDE PER SISTEMAZIONE TERRAZZI E GIARDINI

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO NEL 2024

LA SORTE DELL’IMMOBILE COMPRAVENDUTO OGGETTO DI SUPERBONUS

OCCHIO AL REGOLAMENTO DEI CONTI

COL DECRETO CESSIONI VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE SE 4 O 10 RATE

Solo per le spese sostenute nel 2022 la possibilità di limitare gli effetti dei blocchi alle cessioni


L'approfondimento

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CEDOLARE SECCA, FONDO GARANZIA PRIMA CASA ED ABBANDONO SUPERBONUS

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

DOPO ANNI DI INCERTEZZE OPERATIVE E PARENTESI LEGATE ALLA PANDEMIA VI E’ ORA LA CERTEZZA DELLA GENERALIZZATA OPZIONE PER IL 730 SENZA SOSTITUTO 

IL 30 NOVEMBRE RAPPRESENTA LA DATA DI SCADENZA PER L'INVIO DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2023, UN OBBLIGO CHE COINVOLGE NON SOLO I TITOLARI DI PARTITA IVA MA ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI E I PENSIONATI CHE NON HANNO ANCORA PRESENTATO IL MODELLO 730.

IL SECONDO ACCONTO OPZIONI PER IL RICALCOLO

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Se vuoi essere sempre aggiornato su scadenze, agevolazioni e novità fiscali

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • *
  • *
  • *
  • Ho letto e compreso la privacy policy del sito
  • *