AREA RISERVATA - CAF MCL

PER L’ESENZIONE OCCORRE SCEGLIERE UN SOLO IMMOBILE

Caf News 24
/ Pubblicato in: Novità
PER L’ESENZIONE OCCORRE SCEGLIERE UN SOLO IMMOBILE 4365 0

NEL CASO DI PIU’ IMMOBILI FAMILIARI UNO SOLO POTRA’ ESSERE AGEVOLATO

articolo di CAF News 24

Nel caso tutt’altro che infrequente in cui i coniugi fissino la dimora abituale in un immobile e la residenza in un secondo immobile, occorrerà indicare uno solo fra questi su cui far ricadere il regime di esenzione IMU per la prima casa.

Questo è quanto ha stabilito , il DL 146/21 e cioè, nel caso in cui i coniugi siano non separati e neppure divorziati ed utilizzino più immobili, su uno solo di questi potrà essere calcolata l’esenzione IMU. Tale principio modifica la previsione contenuta nell’art.1 co.741 lett.B) della L.160/19.

Alla luce del novellato disposto normativo, per abitazione principale si intenderà esclusivamente l'immobile iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare nella quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.

Sono perciò esenti gli immobili adibiti a prima casa tranne quelli scritti nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 per i quali il trattamento agevolato è limitato all'aliquota ed alla detrazione, si ricorda che il trattamento agevolato si estende anche le pertinenze che debbono comunque essere classificate nelle categorie C/2 C/6 e C/7.

La questione, nel tempo notevolmente dibattuta e foriera di orientamenti multipli e divergenti, per la prima volta (forse) aveva visto nell’agenzia una visione piuttosto ampia, nel senso che l’Ufficio era portato a ritenere agevolabile anche più di un immobile utilizzato dai coniugi, purché fosse ubicato in comuni diversi, i giudici di legittimità invece, hanno tenuto una posizione decisamente rigida, nel senso che l’agevolazione è ESCLUSIVAMENTE riconducibile al principio di residenza e dimora abituale del nucleo familiare, principio che non trova applicazione, dunque, in una pluralità di immobili.

Perciò, se i coniugi non sono separati o divorziati, l’agevolazione non spetterà su più immobili in nessun caso ed a prescindere dal fatto che i cespiti siano ubicati nello stesso oppure in comuni diversi.

Si aggiunge che non vi è possibilità di fornire da parte del contribuente prova diversa, i giudici infatti, ritengono che il nucleo familiare sia unico per definizione anche con riferimento al luogo ove risiede ed ha i propri interessi, come dire che l’abitazione principale (requisito riferito all’agevolazione) sarà tale nella misura in cui vi risiederà non solo il proprietario ma anche il suo nucleo familiare con continuatività e prevalenza.     

Concludendo, si aggiunge che recenti ordinanze hanno stabilito che le risultanze anagrafiche possono essere superate dalla prova dell’effettività della fruizione dell’immobile, come pure i bassi consumi energetici possono essere a ragione, di converso considerate prove contrarie all’uso come abitazione principale.

Print
Rate this article:
No rating

CAF News 24
Contact author
Altri articoli di CAF News 24

CAF News 24

CAFNEWS24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma il 20/10/2021 con n. 167/2021

Contact author

x

Speciali

Assegno Unico Universale

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE 2024 PER FIGLI A CARICO: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PRESENTARE L’ISEE

AGGIORNARE L’ISEE ENTRO IL 29 FEBBRAIO, PER EVITARE DI RICEVERE L’IMPORTO MINIMO

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, DUE IMPORTANTI NOVITA’ DI SETTEMBRE

DUE NUOVE CIRCOLARI DELL’INPS, SPIEGANO LE NOVITÀ RELATIVE AL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI, SIA PER CHI GIÀ LO RICEVE CHE...

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023


Bonus Edilizi

BONUS VERDE PER SISTEMAZIONE TERRAZZI E GIARDINI

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO NEL 2024

LA SORTE DELL’IMMOBILE COMPRAVENDUTO OGGETTO DI SUPERBONUS

OCCHIO AL REGOLAMENTO DEI CONTI

COL DECRETO CESSIONI VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE SE 4 O 10 RATE

Solo per le spese sostenute nel 2022 la possibilità di limitare gli effetti dei blocchi alle cessioni


L'approfondimento

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CEDOLARE SECCA, FONDO GARANZIA PRIMA CASA ED ABBANDONO SUPERBONUS

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

DOPO ANNI DI INCERTEZZE OPERATIVE E PARENTESI LEGATE ALLA PANDEMIA VI E’ ORA LA CERTEZZA DELLA GENERALIZZATA OPZIONE PER IL 730 SENZA SOSTITUTO 

IL 30 NOVEMBRE RAPPRESENTA LA DATA DI SCADENZA PER L'INVIO DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2023, UN OBBLIGO CHE COINVOLGE NON SOLO I TITOLARI DI PARTITA IVA MA ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI E I PENSIONATI CHE NON HANNO ANCORA PRESENTATO IL MODELLO 730.

IL SECONDO ACCONTO OPZIONI PER IL RICALCOLO

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Se vuoi essere sempre aggiornato su scadenze, agevolazioni e novità fiscali

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • *
  • *
  • *
  • Ho letto e compreso la privacy policy del sito
  • *