AREA RISERVATA - CAF MCL

La cancellazione dell’aggio sara’ effettiva solo fra qualche mese

Caf News 24
/ Pubblicato in: Riscossioni
La cancellazione dell’aggio sara’ effettiva solo fra qualche mese 1455 0
articolo di cafnews24

Il provvedimento di cancellazione dell’aggio va sicuramente accolto con soddisfazione, anche se deve trattarsi del primo passo di un percorso più lungo, che porti alla riscrittura del rapporto cittadino – istituzioni, rivalutando il ruolo e l’efficacia dello statuto del contribuente e riabilitando categorie nel tempo frettolosamente tacciate di essere segnatamente colpevoli di comportamenti esclusivamente elusivi. Quelle stesse categorie di persone che oggi dimostrano grande fragilità, lasciarle sole significa consegnarle nelle mani dell’usura. Questo concetto stride con la percezione che il paese sia in crescita, perché analisi fatte ci riportano un’Italia popolata da lavoratori poveri prossimi a scendere sotto la soglia di povertà, a questo fa da contraltare un mondo dove i ricchi nel periodo pandemico son divenuti ancor più ricchi al ritmo di oltre 10.000 euro al secondo!

Per questo servono scelte strategiche ma anche coraggiose, in questo contesto pare ancor più ininfluente la sola cancellazione dell’aggio se non accompagnata, dalla possibilità di ridefinire i termini dell’esecutività degli atti di recupero da parte dello Stato.

Torniamo ora all’oggetto dell’intervento, facciamolo chiarendo cos’è e come funzionava l’aggio.

L’aggio era calcolato nella misura del 3% se il pagamento della cartella fosse avvenuto nel termine dei 60 giorni dalla notifica e diventava poi del 6% se il pagamento fosse avvenuto successivamente allo scadere del 60° giorno dalla notifica.

Indubbiamente un importo rilevante (soprattutto per le casse dello Stato), vediamo come questa cancellazione impatterà sui cittadini. Smorziamo subito gli entusiasmi, intanto la cancellazione decorre dal 01 gennaio del 2022, questo potrebbe significare che le cartelle notificate dal primo di gennaio saranno orfane dell’aggio? La risposta è no, perché la cancellazione non segue i termini di notifica, perciò non interesserà le cartelle notificate dal primo giorno del nuovo anno, ma piuttosto si riferisce al termine per la comunicazione dei ruoli all’Agenzia della Riscossione, il che se sommato alla sostanziale stasi della notifica delle cartelle in epoca COVID, significa che difficilmente prima di metà del 2022 avremo modo di ammirare le prime cartelle nella loro nuova veste, anche perché non va dimenticato che l’Agente ha tempo nove mesi per la notifica, il che ci porterebbe ad ipotizzare che fino ad agosto/settembre potrebbero non essere notificate le cartelle scevre dall’aggio.

Va comunque ricordato, che al cittadino continueranno ad essere addebitate le spese di notifica, così come le spese relative alle misure esecutive o cautelari adottate (pignoramenti, fermi amministrativi o ipoteche).

Si ricorda che l’aggio era previsto anche per gli atti di recupero delle amministrazioni locali ed era fissato al 3%, per effetto della modifica intervenuta nella legge di bilancio viene ora invece fissato all’1%.

Prima di chiudere, ricordiamo altre questioni relative alle cartelle, la prima la più importante, per tutte le cartelle notificate fra il periodo del 1° settembre 2021 ed il 31 marzo 2022, i termini per il pagamento sono prorogati da 60 a 180 giorni dalla notifica, importante sapere che la proroga interessa esclusivamente l’ipotesi di pagamento, perciò il contenzioso andrà invece attivato nei termini ordinari, cioè i 60 giorni dalla notifica.

Ultimo chiarimento, l’aggio anche nel caso del pagamento nei 180 giorni rimarrà del 3% per poi salire al 6% dal 181° giorno in poi, ma questo (come detto sopra) solo per le cartelle notificate fino al 31 marzo 2022, per quelle che saranno notificate successivamente e riferite a ruoli comunicati entro il 31 dicembre 2021, continueranno ad applicarsi i termini ordinari e le aliquote dell’aggio già previste.

Print
Rate this article:
No rating

Speciali

Assegno Unico Universale

REMINDER: IL 30 GIUGNO SCADE IL TERMINE PER AVER RICONOSCIUTI GLI ARRETRATI RELATIVI ALL’ASSEGNO UNICO DAL MESE DI MARZO

Accorgimenti per aver garantiti gli arretrati dal mese di marzo 2022, nel caso si trasmetta entro il termine del 30 giugno la richiesta di Assegno Unico Universale

INPS COMUNICA LA DISPONIBILITA’ DI TRE NUOVE FUNZIONI PER CORREGGERE OD INTEGRARE LE DOMANDE

Con il messaggio n. 1962/2022 del 09 maggio, l’Inps mette a disposizione, nella procedura online, tre possibilità per correggere od...

INPS CON IL MESSAGGIO DEL 20 APRILE UN FOCUS SU CRITERI DI SPETTANZA

L’Inps fornisce importanti chiarimenti su talune particolari questioni: genitori separati, nuclei numerosi e figli che nel frattempo sono...

Bonus Edilizi

LA CIRC. 28/E II^ PARTE INTERVIENE SUL VISTO DI CONFORMITA’ E BONUS EDILIZI

Chi rilascia il visto di conformità è tenuto a verificare la presenza delle asseverazioni e delle attestazioni rilasciate dai diversi professionisti

È ONERE DEL COMMITTENTE DEI LAVORI VERIFICARE L’INDICAZIONE DEI CONTRATTI COLLETTIVI

La mancata indicazione del CCNL di riferimento è sanabile

ANCORA NEWS PER LE CESSIONI ORA TORNANO IN PISTA LE PARTITE IVA

Un emendamento al decreto Aiuti, prevede la possibilità per le banche di cedere il credito a tutti i soggetti diversi da consumatori o utenti...

L'approfondimento

IL SALUTO DI CAFNEWS24 AI LETTORI

Termini di sospensione estiva degli adempimenti tributari, ma per cosa?

Nelle istruzioni operative Vengono tra le altre cose specificate le circostanze e condizioni che rendono inapplicabile la sanzione fissa (30 euro) e percentuale (4%)

ANCHE IL RIFIUTO DI UN’OFFERTA DI IMPIEGO DA PARTE DI UN DATORE DI LAVORO PRIVATO, SE DEFINITA CONGRUA, SARA’ FRA LE POSSIBILI CAUSE DI REVOCA DEL REDDITO DI CITTADINANZA

Commenti

Di un fisco che scommettesse sui nostri fallimenti credo che nessuno ne sentisse il bisogno  

Pe il momento è scongiurata l’ipotesi di chiedere un contributo da parte dei CAF per la presentazione del modello ISEE

Un recente interpello all’Agenzia delle Entrate, permette di chiarire a chi spetta l'obbligo di presentazione della successione a prescindere dalla qualità di erede, testamentario o legittimo.

IMU scadenze immutate e qualche dubbio in più nell’attesa che si compia la revisione del sistema

Concessi trenta giorni in più solo per il pagamento in un’unica soluzione degli avvisi bonari

La giurisprudenza tributaria fa breccia nella presunzione prevista all’art. 26 co.2 del TUIR nel caso di immobile cointestato e concesso in locazione da uno solo dei proprietari.

Modello 730

Le possibili cause della mancanza della precompilata nel cassetto fiscale dei contribuenti

L’Agenzia delle Entrate sospende l’invio delle comunicazioni di irregolarità e delle lettere su compliance dall’ultima settimana di luglio fino alla seconda settimana di settembre

Modelli 730 e precompilate da rifare, una comunicazione del Presidente dell’Associazione Nazionale dei Commercialisti denuncia una situazione inaccettabile

La dichiarazione modello 730/2022 precompilata sarà a disposizione nell’area riservata dei contribuenti dal 23 maggio

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021