AREA RISERVATA - CAF MCL

IPOTESI DI PROROGA CARTELLE DAL 31 MAGGIO AL 30 GIUGNO 2021: NOVITÀ NEL DECRETO SOSTEGNI BIS DOPO IL COMUNICATO STAMPA DEL MEF

Caf News 24
/ Pubblicato in: Riscossioni
IPOTESI DI PROROGA CARTELLE DAL 31 MAGGIO AL 30 GIUGNO 2021: NOVITÀ NEL DECRETO SOSTEGNI BIS DOPO IL COMUNICATO STAMPA DEL MEF 4874 0

articolo di CAF News 24

Nel decreto Sostegni bis dopo il comunicato stampa del MEF del 30/04/21, c’è la possibilità che lo stop alle attività di riscossione possa essere prorogato al 30 giugno 2021.

Durante l'incontro tenutosi a Palazzo Chigi l'11 maggio 2021, il Governo ha trovato un primo accordo sulle misure del nuovo decreto economico, in particolare sul nuovo meccanismo di erogazione dei contributi a fondo perduto. Tra i temi affrontati c'è stato anche quello della ripartenza delle attività di riscossione. La proroga della sospensione potrebbe essere prolungata fino al 30 giugno 2021, un mese in più di tempo rispetto a quanto anticipato dal MEF. Non solo: nel decreto Sostegni bis dovrebbe essere affrontato anche il tema di come far ripartire l'ordinaria attività del Fisco e, soprattutto, in che modalità far riprendere i versamenti dei piani di rateizzazione sospesi. L'ipotesi in campo è di prevedere una dilazione lunga delle rate per le partite IVA che hanno subito cali di fatturato pari al 30 per cento. Nello specifico, le valutazioni in corso prevedono la possibilità far pagare l'importo dovuto con rate suddivise fino a 6 o 10 anni.

Quello anticipato dal MEF con il comunicato stampa del 30 aprile 2021 è l'ennesimo intervento emergenziale, al quale è quantomai necessario che segua una soluzione strutturale al problema delle cartelle esattoriali sospese.

Ed è proprio in tal senso che si sta muovendo il Governo, con la predisposizione di un piano agevolato di rateizzazione per i contribuenti in difficoltà a causa delle conseguenze economiche del Covid-19.

Print
Rate this article:
No rating

CAF News 24
Contact author
Altri articoli di CAF News 24

CAF News 24

CAFNEWS24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma il 20/10/2021 con n. 167/2021

Contact author

x

Speciali

Assegno Unico Universale

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE 2024 PER FIGLI A CARICO: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PRESENTARE L’ISEE

AGGIORNARE L’ISEE ENTRO IL 29 FEBBRAIO, PER EVITARE DI RICEVERE L’IMPORTO MINIMO

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, DUE IMPORTANTI NOVITA’ DI SETTEMBRE

DUE NUOVE CIRCOLARI DELL’INPS, SPIEGANO LE NOVITÀ RELATIVE AL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI, SIA PER CHI GIÀ LO RICEVE CHE...

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023


Bonus Edilizi

BONUS VERDE PER SISTEMAZIONE TERRAZZI E GIARDINI

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO NEL 2024

LA SORTE DELL’IMMOBILE COMPRAVENDUTO OGGETTO DI SUPERBONUS

OCCHIO AL REGOLAMENTO DEI CONTI

COL DECRETO CESSIONI VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE SE 4 O 10 RATE

Solo per le spese sostenute nel 2022 la possibilità di limitare gli effetti dei blocchi alle cessioni


L'approfondimento

Come calcolare l’imposta con uno sguardo alle poche ma interessanti novità.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

DOPO ANNI DI INCERTEZZE OPERATIVE E PARENTESI LEGATE ALLA PANDEMIA VI E’ ORA LA CERTEZZA DELLA GENERALIZZATA OPZIONE PER IL 730 SENZA SOSTITUTO 

IL 30 NOVEMBRE RAPPRESENTA LA DATA DI SCADENZA PER L'INVIO DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2023, UN OBBLIGO CHE COINVOLGE NON SOLO I TITOLARI DI PARTITA IVA MA ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI E I PENSIONATI CHE NON HANNO ANCORA PRESENTATO IL MODELLO 730.

IL SECONDO ACCONTO OPZIONI PER IL RICALCOLO

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Se vuoi essere sempre aggiornato su scadenze, agevolazioni e novità fiscali

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • *
  • *
  • *
  • Ho letto e compreso la privacy policy del sito
  • *