AREA RISERVATA - CAF MCL

IL SUPERBONUS IN DICHIARAZIONE

Caf News 24
/ Pubblicato in: Bonus Edilizi
IL SUPERBONUS IN DICHIARAZIONE 311 0

Obblighi relativi al visto di conformità in relazione al Superbonus 110% in dichiarazione, come comportarsi

articolo di cafnews24

Si è molto ragionato sulla necessità o meno del visto di conformità in dichiarazione dei redditi, vediamo se è necessario in aggiunta a quello eventualmente già apposto per altri motivi.

E’ evidente che tale (ulteriore) obbligo, sussiste esclusivamente nel caso di detrazione in dichiarazione, infatti nei casi di sconto o cessione il visto verrà apposto sulla comunicazione da trasmettere all’agenzia delle entrate entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello in cui sono sorti i presupposti della detrazione.

Stante l’obbligo del visto, nel caso di utilizzo in dichiarazione, per la sola detrazione direttamente in dichiarazione, resta da sapere se l’eventuale visto apposto sulla dichiarazione possa assorbire o meno quello che andrà apposto con riferimento al 110.

Prima di analizzare la necessità o meno della coesistenza dei visti in dichiarazione, passiamo in rassegna le due eccezioni al visto, nel caso di detrazione in dichiarazione.

L’obbligo è infatti escluso nell’ipotesi in cui il contribuente presenti direttamente la dichiarazione tramite precompilata ovvero tramite il sostituto di imposta che presta l’assistenza fiscale.

L’Agenzia ha inoltre precisato (con la circolare n. 19/E del 27 maggio 2022) che l’obbligo di apposizione non sussiste neanche nel caso in cui il contribuente modifichi i dati contenuti nella propria precompilata e la presenti direttamente.

Sulla scia di quanto riportato è dunque evidente la coesistenza dei due visti, tale circostanza è ancor più ovvia con riferimento alla necessità ai fini della detrazione della spesa del visto, dell’ indicazione separata nella fattura del professionista delle spese per l’apposizione del visto superbonus.

Alla luce di quanto sopra, l’obbligo del visto di conformità viene recepito mediante l’inserimento di una nuova casella ubicata nel Frontespizio del modello Redditi.

Tale indicazione si rende obbligatoria:

  1. in ogni caso, qualora la fruizione della detrazione superbonus avvenga attraverso l’opzione dello sconto in fattura o della cessione del credito d’imposta;
  2. in caso di fruizione diretta in forma di detrazione d’imposta da parte del contribuente in dichiarazione dei redditi e solo con riguardo a fatture emesse e relativi pagamenti intervenuti dal 12 novembre 2021.
  3. In quest’ultimo caso, come ricordato in precedenza, l’obbligo viene meno qualora l’utilizzo della detrazione avvenga nel modello 730 o UNICO precompilati messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, o in caso di presentazione della dichiarazione dei redditi per il tramite del sostituto di imposta che presta assistenza fiscale (modello 730).

Come confermato dalla stessa Agenzia delle Entrate (circolare n. 19/E/2022), le spese sostenute per l’apposizione del visto risultano detraibili. La detrazione spetta anche nel caso in cui il contribuente fruisca del superbonus direttamente nella propria dichiarazione dei redditi, fermo restando la necessità di indicazione separata nel documento giustificativo delle spese di apposizione del visto superbonus, qualora l’apposizione sia assorbita da quella relativa al visto sull’intera dichiarazione.

Ai fini della detraibilità risulta inoltre necessario che le spese per il visto superbonus siano suddivise in relazione alle tipologie di intervento realizzate in quanto tali spese devono essere assoggettate ai massimali propri di ogni intervento.

Print
Rate this article:
3.0

Speciali

Assegno Unico Universale

REMINDER: IL 30 GIUGNO SCADE IL TERMINE PER AVER RICONOSCIUTI GLI ARRETRATI RELATIVI ALL’ASSEGNO UNICO DAL MESE DI MARZO

Accorgimenti per aver garantiti gli arretrati dal mese di marzo 2022, nel caso si trasmetta entro il termine del 30 giugno la richiesta di Assegno Unico Universale

INPS COMUNICA LA DISPONIBILITA’ DI TRE NUOVE FUNZIONI PER CORREGGERE OD INTEGRARE LE DOMANDE

Con il messaggio n. 1962/2022 del 09 maggio, l’Inps mette a disposizione, nella procedura online, tre possibilità per correggere od...

INPS CON IL MESSAGGIO DEL 20 APRILE UN FOCUS SU CRITERI DI SPETTANZA

L’Inps fornisce importanti chiarimenti su talune particolari questioni: genitori separati, nuclei numerosi e figli che nel frattempo sono...

Bonus Edilizi

CESSIONE INCAGLIATA VEDIAMO LA SOLUZIONE

Piccola guida per risolvere l’empasse delle cessioni bloccate

IMPORTANTE NOVITA’ SULLA SOLIDARIETA’ IN RELAZIONE ALLE RESPONSABILITA’ PER CESSIONE CREDITI

Il decreto aiuti ridisegna i limiti della responsabilità solidale nel caso di cessione fraudolenta di crediti

ANCORA SUL RAGGIUNGIMENTO DELLA SOGLIA DEL 30%

La Commissione consultiva per il monitoraggio dell’applicazione del D.M. 28/02/2017, n. 58 interviene con indicazioni precise …. ma...

L'approfondimento

Analisi termini per: spedizione, modifica ed integrazione dei modelli 730/22

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un’analisi della questione relativa al permanere del beneficio alla luce del recente giudicato da parte della Cassazione e dell’evoluzione normativa.

Commenti

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Nella Legge di Bilancio, al netto degli effetti legati agli esiti delle elezioni, potrebbe trovare spazio una nuova pace fiscale.

Modello 730

Le possibili cause della mancanza della precompilata nel cassetto fiscale dei contribuenti

L’Agenzia delle Entrate sospende l’invio delle comunicazioni di irregolarità e delle lettere su compliance dall’ultima settimana di luglio fino alla seconda settimana di settembre

Modelli 730 e precompilate da rifare, una comunicazione del Presidente dell’Associazione Nazionale dei Commercialisti denuncia una situazione inaccettabile

La dichiarazione modello 730/2022 precompilata sarà a disposizione nell’area riservata dei contribuenti dal 23 maggio

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021