AREA RISERVATA - CAF MCL

IL DEDALO DEI TERMINI DI NOTIFICA PER TRIBUTI PER EFFETTO DELLE PROROGHE

Caf News 24
/ Pubblicato in: Speciali
IL DEDALO DEI TERMINI DI NOTIFICA PER TRIBUTI PER EFFETTO DELLE PROROGHE 4034 0

Il punto sui termini di notifica degli accertamenti e delle ingiunzioni di pagamento.

articolo di CAF News 24

l’art. 67, D.L. n. 18/2020 ha disposto la sospensione dall’8 marzo 2020 al 31 maggio 2020 “dei termini relativi all’attività degli uffici degli enti impositori”. Si è tratta di una sospensione nell’esclusivo interesse degli enti impositori e dettata dall’emergenza epidemiologica.

Sull’argomento è intervenuta l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 6/DF del  15 giugno 2020, nel documento di prassi chiarisce che la norma mirava a definire uno specifico aspetto e cioè la sospensione dei termini delle attività di accertamento e non già la sola sospensione dei termini dell’accertamento. Concretamente, la norma non sospende l’attività degli enti impositori ma prevede esclusivamente la sospensione dei termini di prescrizione e decadenza delle predette attività nel periodo individuato”, così pare ancor più chiaro che il provvedimento tende a garantire esclusivamente le attività degli uffici ai quali stante la sospensione delle attività viene concesso un maggior lasso di tempo, infatti il MEF precisa che “l’effetto della disposizione in commento, è solamente quello di spostare in avanti il decorso dei suddetti termini per la stessa durata della sospensione”.

Alla luce di questo ed in virtù dell’art. 67, tutti i termini di decadenza pendenti alla data dell’8 marzo 2020 (e quindi non solo quelli che erano in scadenza nel 2020), sono prorogati di 85 giorni, pari al periodo di sospensione 8 marzo-31 maggio 2020.

E allora, sulla base della considerazione che, all’8 marzo 2020, erano pendenti i termini relativi agli atti di accertamento esecutivi:

omesso versamento per gli anni 2015-2019

ANNO D’IMPOSTA

OMESSO PARZIALE VERS. TRIBUTI

2015

26/03/2021

2016

26/03/2022

2017

26/03/2023

2018

26/03/2024

2019

26/03/2025

infedele o omessa denuncia per gli anni 2014-2018

ANNO D’IMPOSTA

 TERMINE NOTIFICA ATTO

2015

26/03/2021

2016

26/03/2022

2017

26/03/2023

2018

26/03/2024

2019

26/03/2025

La questione relativa alla riscossione coattiva che trova posto all’art. 68 del decreto Cura Italia ha generato parecchie incertezze interpretative soprattutto in ragione del riferimento ivi contenuto non solo alle cartelle di pagamento e alle ingiunzioni di pagamento, ma anche agli accertamenti esecutivi.

Quella disposta è una proroga ben più ampia di quella prevista per la sospensione, arrivando addirittura al secondo anno successivo alla fine del periodo di sospensione.

Questa è la prospettiva attualmente in vigore.

Atti di accertamento divenuti definitivi nel

Termine notifica ingiunzione di pagamento

2017

31/12/2023

2018

31/12/2023

2019

31/12/2023

Print
Rate this article:
5.0

CAF News 24
Contact author
Altri articoli di CAF News 24

CAF News 24

CAFNEWS24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma il 20/10/2021 con n. 167/2021

Contact author

x

Speciali

Assegno Unico Universale

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE 2024 PER FIGLI A CARICO: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PRESENTARE L’ISEE

AGGIORNARE L’ISEE ENTRO IL 29 FEBBRAIO, PER EVITARE DI RICEVERE L’IMPORTO MINIMO

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, DUE IMPORTANTI NOVITA’ DI SETTEMBRE

DUE NUOVE CIRCOLARI DELL’INPS, SPIEGANO LE NOVITÀ RELATIVE AL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI, SIA PER CHI GIÀ LO RICEVE CHE...

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023


Bonus Edilizi

BONUS VERDE PER SISTEMAZIONE TERRAZZI E GIARDINI

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO NEL 2024

LA SORTE DELL’IMMOBILE COMPRAVENDUTO OGGETTO DI SUPERBONUS

OCCHIO AL REGOLAMENTO DEI CONTI

COL DECRETO CESSIONI VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE SE 4 O 10 RATE

Solo per le spese sostenute nel 2022 la possibilità di limitare gli effetti dei blocchi alle cessioni


L'approfondimento

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CEDOLARE SECCA, FONDO GARANZIA PRIMA CASA ED ABBANDONO SUPERBONUS

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

DOPO ANNI DI INCERTEZZE OPERATIVE E PARENTESI LEGATE ALLA PANDEMIA VI E’ ORA LA CERTEZZA DELLA GENERALIZZATA OPZIONE PER IL 730 SENZA SOSTITUTO 

IL 30 NOVEMBRE RAPPRESENTA LA DATA DI SCADENZA PER L'INVIO DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2023, UN OBBLIGO CHE COINVOLGE NON SOLO I TITOLARI DI PARTITA IVA MA ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI E I PENSIONATI CHE NON HANNO ANCORA PRESENTATO IL MODELLO 730.

IL SECONDO ACCONTO OPZIONI PER IL RICALCOLO

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Se vuoi essere sempre aggiornato su scadenze, agevolazioni e novità fiscali

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • *
  • *
  • *
  • Ho letto e compreso la privacy policy del sito
  • *