AREA RISERVATA - CAF MCL

CON LA CIRCOLARE 9/E DEL 02/05/24 L’AGENZIA ACCORCIA LE DISTANZE TRA FISCO E CONTRIBUENTE (2/2)

Caf News 24
/ Pubblicato in: Speciali
CON LA CIRCOLARE 9/E DEL 02/05/24 L’AGENZIA ACCORCIA LE DISTANZE TRA FISCO E CONTRIBUENTE (2/2) 1991 0

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

articolo di Stefano Ceci

Riprendiamo l’illustrazione dei contenuti della circolare 9/e del 02 maggio 2024 da dove erano stati interrotti e lo facciamo dando il giusto risalto ad un rinnovato criterio di razionalità che accompagna talune comunicazioni obbligatorie, spesso fonte di sanzioni anche perché la incorretta realizzazione delle stesse era a volte inevitabile.

Un caso fra tutti, la comunicazione del venir meno del deposito dei documenti contabili conservati intestati ad un contribuente. Normalmente tale comunicazione spetta al contribuente stesso, il quale nei successivi trenta giorni dal cambio del luogo ove questi sono custoditi ne deve dare comunicazione in agenzia delle Entrate.

Credo che i contribuenti (soprattutto di piccole dimensioni) che abbiano assolto a tale adempimento possano contarsi sulle dita di una sola mano, consapevoli di questo, in Agenzia si è deciso che tale comunicazione potrà essere presentata anche dallo stesso professionista al momento in cui non fosse più detentore della documentazione del proprio cliente (come dire …. chi fa da se fa per tre).

Questo provvedimento più di altri, credo, possa dare conto del cambio di paradigma, quello che pare è, che l’Agenzia sia finalmente scesa fra gli uomini, interpretandone le difficoltà e non traguardando queste solo ed esclusivamente attraverso la lente del vizio, della volontà al mancato rispetto delle regole, l’On.le Leo è persona che nel tempo ho seguito e della quale ho avuto modo di apprezzare l’equilibrio, incrociamo le dita.

Una parte corposa e di sicuro interesse riguarda poi lo sviluppo dei servizi on line, che come intermediari telematici ci troverà come protagonisti, aprendo porte a servizi nuovi, connotati del principio della prossimità di strutture come la nostra rispetto alle esigenze dei cittadini.

Lo strumento della delega è destinato a diventare sempre di più il canale principale di questa sorta di ménage à trois, che interesserà Agenzia delle entrate, Intermediari Telematici e cittadini.

L’art. 21 del decreto Adempimenti interviene sulla procedura di conferimento delle deleghe al fine di abilitare gli intermediari stessi alla fruizione dei servizi on line offerti dall’Agenzia delle Entrate e dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Lo scopo lo si raggiunge mediante uniformazione della procedura di conferimento della delega; per cui sarà, possibile, per i contribuenti, delegare gli intermediari all’utilizzo di uno o più servizi messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate e dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione, con un’unica operazione con un termine unico di scadenza, il 31 dicembre del quarto anno successivo a quello in cui la delega è conferita.

Si attende un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate per l’individuazione delle modalità di attuazione delle previsioni introdotte in materia di modello unico di delega.

Secondo quanto chiarito dall’Agenzia delle Entrate, inoltre, saranno messi a disposizione servizi digitali per potenziare i canali di assistenza a distanza, per consentire la registrazione delle scritture private, la richiesta di certificati e lo scambio di documentazione tra contribuenti e uffici dell’Agenzia. Sarà inoltre ampliato il ventaglio di atti e comunicazioni a disposizione dei contribuenti all’interno del cassetto fiscale.

Continuando nel filone dell’Agenzia dal volto umano, non si può non richiamare l’ultima parte della circolare n. 9/E/2024 dedicata all’esame della disciplina della sospensione dell’invio di comunicazioni e inviti.

Secondo quanto previsto dal decreto Adempimenti tributari, l’Agenzia delle Entrate, salvo casi di indifferibilità e urgenza, non potrà inviare comunicazioni e inviti al contribuente nei due seguenti periodi dell’anno:

- dal 1° agosto al 31 agosto;

- dal 1° dicembre al 31 dicembre.

La sospensione interesserà perciò le comunicazioni concernenti gli esiti dei controlli automatizzati e dei controlli formali delle dichiarazioni, gli esiti della liquidazione delle imposte dovute sui redditi assoggettati a tassazione separata, nonché le lettere di invito per l’adempimento spontaneo.

La previsione non fa venir meno la sospensione, già prevista ex lege nel periodo 1° agosto - 4 settembre, in relazione al pagamento delle somme dovute in esito alla stessa tipologia di atti, nonché in relazione alla trasmissione di documenti e informazioni richiesti ai contribuenti dall’Agenzia delle Entrate o da altri enti impositori.

IMPORTANTE: Ciò comporta che, qualora l’Ufficio, ravvisando la sussistenza di ragioni di indifferibilità, nel periodo 1° agosto - 31 agosto invii comunque una comunicazione di irregolarità derivante dal controllo automatizzato effettuato sul modello dichiarativo, il termine di 30 giorni, previsto dall’art. 2, comma 2, D.Lgs. n. 462/1997 per il pagamento delle somme dovute a seguito della comunicazione, inizierà a decorrere, per effetto della sospensione di cui all’ art. 7-quater, comma 17,  D.L. n. 193/2016, a partire dal 5 settembre e non dalla data di ricezione della stessa.

Print
Rate this article:
No rating

Stefano Ceci
Contact author
Altri articoli di Stefano Ceci

Stefano Ceci

Dottore Commercialista iscritto all’ordine di Roma, Iscritto al Registro dei Revisori Contabili dal 1985 titolare di uno studio tributario e di consulenza aziendale. Componente Commissione area Tecnico Fiscale Consulta Nazionale dei CAF. Responsabile dell’Assistenza Fiscale del CAF MCL srl. Responsabile Ufficio Formazione CAF MCL srl. Ha maturato notevole esperienza nella gestione ed organizzazione degli Enti No Profit, componente del Tavolo Tecnico Legislativo in seno al Forum Nazionale del Terzo Settore, relatore alla Commissione Bilancio del Senato per le proposte di modifica Dlgs 117/17 , Componente Ufficio di Segreteria Fondi PNRR UE 2021-27 Forum Nazionale del Terzo Settore, collaborazioni con le commissioni terzo settore dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Roma ed Arezzo _ consulente amministrativo progetti ex/L. 383/00, consulente scientifico Commissione Riforma Terzo Settore – collaborazione con testate giornalistiche : CAF NEWS24 , Edizioni Traguardi Sociali, nel 2022 ha pubblicato: La Riforma del Terzo Settore – manuale pratico per le Associazioni di Promozione Sociale”

Contact author

x

Speciali

Assegno Unico Universale

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE 2024 PER FIGLI A CARICO: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PRESENTARE L’ISEE

AGGIORNARE L’ISEE ENTRO IL 29 FEBBRAIO, PER EVITARE DI RICEVERE L’IMPORTO MINIMO

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, DUE IMPORTANTI NOVITA’ DI SETTEMBRE

DUE NUOVE CIRCOLARI DELL’INPS, SPIEGANO LE NOVITÀ RELATIVE AL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI, SIA PER CHI GIÀ LO RICEVE CHE...

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023


Bonus Edilizi

BONUS VERDE PER SISTEMAZIONE TERRAZZI E GIARDINI

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO NEL 2024

LA SORTE DELL’IMMOBILE COMPRAVENDUTO OGGETTO DI SUPERBONUS

OCCHIO AL REGOLAMENTO DEI CONTI

COL DECRETO CESSIONI VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE SE 4 O 10 RATE

Solo per le spese sostenute nel 2022 la possibilità di limitare gli effetti dei blocchi alle cessioni


L'approfondimento

Come calcolare l’imposta con uno sguardo alle poche ma interessanti novità.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

DOPO ANNI DI INCERTEZZE OPERATIVE E PARENTESI LEGATE ALLA PANDEMIA VI E’ ORA LA CERTEZZA DELLA GENERALIZZATA OPZIONE PER IL 730 SENZA SOSTITUTO 

IL 30 NOVEMBRE RAPPRESENTA LA DATA DI SCADENZA PER L'INVIO DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2023, UN OBBLIGO CHE COINVOLGE NON SOLO I TITOLARI DI PARTITA IVA MA ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI E I PENSIONATI CHE NON HANNO ANCORA PRESENTATO IL MODELLO 730.

IL SECONDO ACCONTO OPZIONI PER IL RICALCOLO

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Se vuoi essere sempre aggiornato su scadenze, agevolazioni e novità fiscali

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • *
  • *
  • *
  • Ho letto e compreso la privacy policy del sito
  • *