AREA RISERVATA - CAF MCL

COME COMPORTARSI NEL CASO DI MONITORAGGIO DI BENI NON PIU’ DISPONIBILI

Caf News 24
/ Pubblicato in: Modello redditi
COME COMPORTARSI NEL CASO DI MONITORAGGIO DI BENI NON PIU’ DISPONIBILI 983 0

Il caso del venir meno di un c/c bancario oggetto di monitoraggio RW non più detenuto alla fine dell’anno oggetto di dichiarazione

articolo di Stefano Ceci

Tutt’altro che infrequente è il caso in cui, fermi restando gli obblighi di monitoraggio fiscale di beni detenuti all’estero, questi non siano più nelle disponibilità del dichiarante al momento della chiusura dell’anno fiscale cui riferire il quadro RW.

Un caso piuttosto frequente è la chiusura di un c/c bancario nel corso dell’anno e l’obbligo di monitorarlo nel quadro RW, questo a prescindere dal fatto che non lo si detenga più.

Non serve richiamare le difficoltà connesse al monitoraggio fiscale e quanto delicate sono le indicazioni in esso contenute, anche e soprattutto, per riflessi penali che potrebbe avere la mancata indicazione di taluni beni detenuti all’estero, soprattutto se localizzati in paesi definiti black list.

Si ricorda nell’occasione che l’RW, non solo assolve al compito del monitoraggio ma soprattutto permette la liquidazione di due specifiche imposte, IVIE e IVAFE. La prima è una sorta di IMU sugli immobili detenuti all’estero mentre la seconda, l’IVAFE è un’imposta calcolata sulle attività finanziarie detenute all’estero.

I beni da indicare nel quadro sono di diverso tipo, si va dagli asset patrimoniali – beni immobili, oggetti d’arte, metalli preziosi eccetera, fino alle attività finanziarie, trattandosi sempre e comunque di beni detenuti all’estero.

Una regola occorre ricordare, vige un obbligo generalizzato di monitoraggio ed eventualmente liquidazione dell’imposta , questo a prescindere dalla natura e della consistenza dei beni, fatto salvo non dichiarare ai fini del monitoraggio i c/c bancari se non superano i 15.000 di valore complessivo nel periodo di riferimento – anche se resta comunque fermo l’obbligo di compilazione del quadro se è dovuta l’IVAFE, ed in particolare qualora il valore medio di giacenza complessivo del conto sia pari o superiore a 5.000 euro.

Per i conti correnti e libretti di risparmio detenuti all’estero, l’IVAFE è dovuta in misura fissa.

Euro 34,20, da applicarsi con riferimento ad ogni conto corrente o libretto di cui il contribuente risulti titolare all’estero.

Ai fini dell’imposta, nulla è dovuto se il “valore medio di giacenza annuo” non risulta superiore ad euro 5.000.

Proprio il “valore medio di giacenza annuo” è centrale nella determinazione dell’obbligo e commisurazione dell’imposta, posto che la segnalazione del “Valore finale” dei beni, va compilato in questo caso comunque con riferimento all’importo medio.

Nel caso di conto corrente chiuso durante il periodo d’imposta, va fatta particolare attenzione al campo “Giorni (IVAFE)”, in questo serve inserire il numero di giorni di detenzione per i beni per i quali è dovuta l’imposta (ricordo: compilare il campo solamente nel caso in cui sia effettivamente dovuta l’IVAFE).

Concludendo, ai fini del computo delle imposte e degli obblighi dichiarativi non rileva la chiusura del conto corrente nel corso dell’anno oggetto di rilevazione RW, in quanto il valore preso a riferimento sarà comunque la giacenza media, cui rapportare i limiti ai fini dell’obbligo di monitoraggio e versamento dell’IVAFE.

Print
Rate this article:
No rating

Speciali

Assegno Unico Universale

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023

LE NOVITA’ DEL DECRETO SEMPLIFICAZIONI SULL’ASSEGNO UNICO

Le nuove regole di determinazione dell’importo avranno decorrenza da marzo 2022, potrebbe essere necessario il ricalcolo.

REMINDER: IL 30 GIUGNO SCADE IL TERMINE PER AVER RICONOSCIUTI GLI ARRETRATI RELATIVI ALL’ASSEGNO UNICO DAL MESE DI MARZO

Accorgimenti per aver garantiti gli arretrati dal mese di marzo 2022, nel caso si trasmetta entro il termine del 30 giugno la richiesta di Assegno...

Bonus Edilizi

QUANDO PER UN CONDOMINIO IL 110% E’ AMMESSO PER IL 2023

Per il 110% dei condomini occhio alla data di adozione della delibera

CESSIONE CREDITI DOPO TANTE STRETTE UN ALLENTAMENTO!

Un meccanismo complesso ed articolato, franato dall’atavica paura che qualcuno ne approfitti, forse ad un punto di svolta.

IL CASO DELLA CILAS DEL 2022 REVOCATA

Attenzione alla CILAS revocata e ripresentata


L'approfondimento

I nuovi appuntamenti previsti dalla legge di bilancio possono rappresentare opportunità da cogliere

Tantissimi auguri di Buon Natale e Buon 2023 da parte della redazione di CAFNEWS24 ed un arrivederci al nove gennaio 2023

Anche la rinuncia postuma invalida l’accertamento dell’Agenzia

In aumento il peso sui cittadini relativo ai recuperi da parte delle PA

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

Le possibili cause della mancanza della precompilata nel cassetto fiscale dei contribuenti

L’Agenzia delle Entrate sospende l’invio delle comunicazioni di irregolarità e delle lettere su compliance dall’ultima settimana di luglio fino alla seconda settimana di settembre

Modelli 730 e precompilate da rifare, una comunicazione del Presidente dell’Associazione Nazionale dei Commercialisti denuncia una situazione inaccettabile

La dichiarazione modello 730/2022 precompilata sarà a disposizione nell’area riservata dei contribuenti dal 23 maggio

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021