AREA RISERVATA - CAF MCL

CARTA SOLIDALE ACQUISTI BENI ALIMENTARI DI PRIMA NECESSITÀ 2023: LA CONSEGNA SCIVOLA AL 18 LUGLIO

Caf News 24
CARTA SOLIDALE ACQUISTI BENI ALIMENTARI DI PRIMA NECESSITÀ 2023: LA CONSEGNA SCIVOLA AL 18 LUGLIO 4008 0

Alla luce degli ultimi aggiornamenti ritorniamo a parlare della Carta Acquisti beni alimentari o meglio, Carta Acquisti Solidale.

articolo di CAF News 24

Ricordiamo che la Carta Acquisti Solidale è stata istituita con Decreto firmato congiuntamente dai Ministri dell’Agricoltura e dell’Economia e pubblicato il 12 Maggio 2023 per 1.300.000 beneficiari con ISEE sotto i 15mila euro.  

La Carta prevede un unico contributo di 382,50 euro, ed è destinato all’acquisto dei soli beni alimentari di prima necessità, e potrà essere speso presso tutti gli esercizi commerciali convenzionati che vendono generi alimentari.

Quali sono i requisiti per ottenerla:

  • essere cittadini appartenenti ai nuclei familiari, residenti nel territorio italiano, in possesso, alla data del 12 maggio 2023:
  • iscrizione di tutti i componenti nell’Anagrafe comunale della Popolazione Residente 
  • ISEE Ordinario non superiore ai 15.000 euro annui;
  • il beneficio non spetta ai nuclei già percettori di Reddito di Cittadinanza; Reddito di inclusione; qualsiasi altra misura di inclusione sociale o sostegno alla povertà o in cui almeno uno dei componenti sia percettore di  Assicurazione Sociale per l’Impiego – NASPI e Indennità mensile di disoccupazione per i collaboratori – DIS-COLL; Indennità di mobilità; Fondi di solidarietà per l’integrazione del reddito; Cassa integrazione guadagni-CIG; qualsiasi differente forma di integrazione salariale o di sostegno nel caso di disoccupazione involontaria, erogata dallo Stato.

Chi avrà la precedenza nel ricevere la Carta Solidare Acquisti?

I nuclei familiari numerosi e dove sono presenti dei minori e con un indicatore ISEE più basso.

Nello specifico:

  • nuclei familiari, composti da non meno di tre componenti, di cui almeno uno nato entro il 31 dicembre 2009,
  • nuclei familiari, composti da non meno di tre componenti, di cui almeno uno nato entro il 31 dicembre 2005,
  • nuclei familiari composti da non meno di tre componenti, 

Il Ministero ha assegnato ad ogni Comune un certo numero di carte, in base alla popolazione residente e alla differenza tra il reddito medio del comune e il reddito medio nazionale. 

Non è necessario presentare una domanda. 

INPS ha comunicato che è stata rilasciata ai Comuni l’applicazione web dedicata, dove sono presenti le liste dei beneficiari in possesso dei requisiti previsti e secondo i principi di priorità stabiliti dalla legge.

I Comuni entro il 5 Luglio 2023 perfezioneranno gli elenchi, in base alla situazione anagrafica, reddituale e del numero di carte rese disponibili.

Ma vediamo le date con i vari passaggi:

  • entro il 7 LUGLIO pubblicazione nell’applicazione web delle graduatorie rielaborate per ciascun Comune;
  • entro l’8 LUGLIO invio delle liste da parte dell’INPS a Poste Italiane per le attività di competenza;
  • entro il 15 LUGLIO restituzione da Poste Italiane all’INPS delle liste complete dei codici identificativi delle carte associate a ciascun beneficiario;
  • entro il 18 LUGLIO pubblicazione nell’applicazione web delle liste definitive e complete dei codici carte assegnati;
  • dal 18 LUGLIO invio da parte dei Comuni, delle comunicazioni ai beneficiari del contributo, contenenti le indicazioni per il ritiro delle carte presso gli Uffici postali.

Per il ritiro, sarà necessario presentare la comunicazione ricevuta dal Comune, che contiene l’abbinamento del codice fiscale del beneficiario con il codice della carta assegnata. 

Le carte non utilizzate per la prima volta entro il 15 settembre saranno bloccate.

Dal mese di Ottobre 2023, Poste Italiane effettuerà un controllo sulle somme non assegnate e sulle carte non attivate e gli importi residui saranno ricaricati sulle carte dei componenti dei nuclei familiari che abbiano regolarmente utilizzato le somme nei mesi precedenti.

Consigliamo di tenere sotto controllo il sito del proprio comune di appartenenza, per ogni ulteriore specifica informazione.

Print
Rate this article:
3.9

CAF News 24
Contact author
Altri articoli di CAF News 24

CAF News 24

CAFNEWS24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma il 20/10/2021 con n. 167/2021

Contact author

x

Speciali

Assegno Unico Universale

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE 2024 PER FIGLI A CARICO: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PRESENTARE L’ISEE

AGGIORNARE L’ISEE ENTRO IL 29 FEBBRAIO, PER EVITARE DI RICEVERE L’IMPORTO MINIMO

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, DUE IMPORTANTI NOVITA’ DI SETTEMBRE

DUE NUOVE CIRCOLARI DELL’INPS, SPIEGANO LE NOVITÀ RELATIVE AL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI, SIA PER CHI GIÀ LO RICEVE CHE...

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023


Bonus Edilizi

BONUS VERDE PER SISTEMAZIONE TERRAZZI E GIARDINI

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO NEL 2024

LA SORTE DELL’IMMOBILE COMPRAVENDUTO OGGETTO DI SUPERBONUS

OCCHIO AL REGOLAMENTO DEI CONTI

COL DECRETO CESSIONI VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE SE 4 O 10 RATE

Solo per le spese sostenute nel 2022 la possibilità di limitare gli effetti dei blocchi alle cessioni


L'approfondimento

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CEDOLARE SECCA, FONDO GARANZIA PRIMA CASA ED ABBANDONO SUPERBONUS

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

DOPO ANNI DI INCERTEZZE OPERATIVE E PARENTESI LEGATE ALLA PANDEMIA VI E’ ORA LA CERTEZZA DELLA GENERALIZZATA OPZIONE PER IL 730 SENZA SOSTITUTO 

IL 30 NOVEMBRE RAPPRESENTA LA DATA DI SCADENZA PER L'INVIO DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2023, UN OBBLIGO CHE COINVOLGE NON SOLO I TITOLARI DI PARTITA IVA MA ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI E I PENSIONATI CHE NON HANNO ANCORA PRESENTATO IL MODELLO 730.

IL SECONDO ACCONTO OPZIONI PER IL RICALCOLO

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Se vuoi essere sempre aggiornato su scadenze, agevolazioni e novità fiscali

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • *
  • *
  • *
  • Ho letto e compreso la privacy policy del sito
  • *