AREA RISERVATA - CAF MCL

BONUS IDRICO ANCHE PER LE SPESE SOSTENUTE NEL 2022

Caf News 24
BONUS IDRICO ANCHE PER LE SPESE SOSTENUTE NEL 2022 3742 0

RICONFERMATO L’AIUTO DA PARTE DEL GOVERNO CON UN EMENDAMENTO AL TESTO DELLA LEGGE DI BILANCIO 2022.

articolo di CAF News 24

Il Bonus Idrico introdotto con la Legge di Bilancio 2021 è un’agevolazione fiscale rivolta a privati ed esercizi commerciali, che rientra nelle misure di efficientamento energetico approvate dal Governo. Nel dettaglio si occupa di promuovere il risparmio d’acqua attraverso il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di lavandini, docce, rubinetti e sanitari a limitazione di flusso d’acqua. Nelle spese rientrano anche le opere di smontaggio e dismissione dei sistemi idrici preesistenti.

Il rimborso è previsto fino a un massimo di 1.000 euro per le spese sostenute dal 1/01/2022 al 31/12/2022. La scadenza della presentazione della domanda di rimborso per gli interventi effettuati nel 2021 era fissata al 30/06/2022, con la Legge di Bilancio 2022 la misura è stata prorogata per gli interventi dell’anno corrente con la possibilità di richiedere l’agevolazione fino al 31/12/2023.

Il Bonus Idrico 2022 può essere richiesto una sola volta, indipendentemente dall’ISEE e per un solo immobile per cui si attesta di essere titolari del diritto di proprietà, e a fronte di spese effettuate con mezzi di pagamento tracciabili.

Questo Bonus è affiancato dal Bonus Idrico Integrativo 2022, il Bonus sociale acqua che consente, ai nuclei familiari con ISEE non superiore a 8.265 euro e nel caso di più di 4 figli a carico non superiore a 20.000 euro, di ricevere una percentuale di rimborso sull’ammontare delle spese idriche presenti in bolletta.

Come richiedere il Bonus Idrico 2022? È necessario accedere alla piattaforma del MITE (Ministero della Transizione Ecologica) utilizzando lo SPID o la CIE. Successivamente la piattaforma richiederà di allegare alcuni documenti:

  •          la fattura o il documento commerciale con l’indicazione del codice fiscale del richiedente e  l’importo della spesa sostenuta;
  •          le specifiche dei dispositivi acquistati;
  •          l’identificativo catastale dell’immobile;
  •          la dichiarazione che attesti di non aver già usufruito di altre agevolazioni per le stesse spese;
  •          l’indicazione del titolo giuridico per il quale si richiede il bonus (proprietario, cointestatario, locatario, usufruttuario ecc.)

La modalità di rimborso precedente prevedeva l’accredito direttamente in conto corrente, mentre nel 2023 è prevista l’erogazione dell’aiuto sottoforma di detrazione fiscale in sede di dichiarazione dei redditi

Print
Rate this article:
3.0

CAF News 24
Contact author
Altri articoli di CAF News 24

CAF News 24

CAFNEWS24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma il 20/10/2021 con n. 167/2021

Contact author

x

Speciali

Assegno Unico Universale

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE 2024 PER FIGLI A CARICO: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PRESENTARE L’ISEE

AGGIORNARE L’ISEE ENTRO IL 29 FEBBRAIO, PER EVITARE DI RICEVERE L’IMPORTO MINIMO

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, DUE IMPORTANTI NOVITA’ DI SETTEMBRE

DUE NUOVE CIRCOLARI DELL’INPS, SPIEGANO LE NOVITÀ RELATIVE AL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI, SIA PER CHI GIÀ LO RICEVE CHE...

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023


Bonus Edilizi

BONUS VERDE PER SISTEMAZIONE TERRAZZI E GIARDINI

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO NEL 2024

LA SORTE DELL’IMMOBILE COMPRAVENDUTO OGGETTO DI SUPERBONUS

OCCHIO AL REGOLAMENTO DEI CONTI

COL DECRETO CESSIONI VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE SE 4 O 10 RATE

Solo per le spese sostenute nel 2022 la possibilità di limitare gli effetti dei blocchi alle cessioni


L'approfondimento

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

IL 30 NOVEMBRE RAPPRESENTA LA DATA DI SCADENZA PER L'INVIO DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2023, UN OBBLIGO CHE COINVOLGE NON SOLO I TITOLARI DI PARTITA IVA MA ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI E I PENSIONATI CHE NON HANNO ANCORA PRESENTATO IL MODELLO 730.

IL SECONDO ACCONTO OPZIONI PER IL RICALCOLO

IL TERMINE PER LA SPEDIZIONE DEI MODELLI 730 E’ ALLE PORTE

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Se vuoi essere sempre aggiornato su scadenze, agevolazioni e novità fiscali

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • *
  • *
  • *
  • Ho letto e compreso la privacy policy del sito
  • *