AREA RISERVATA - CAF MCL

APPROVATO IL DECRETO ENERGIA

Caf News 24
APPROVATO IL DECRETO ENERGIA 2371 0

Tanti provvedimenti contenuti nel decreto, tutti utili?

articolo di Stefano Ceci

L’approvazione del Decreto Energia porta con se diversi provvedimenti tesi a tutelare le fasce deboli della popolazione, senza dimenticare che nel novero dei provvedimenti c’è anche una sanatoria.  

BONUS SOCIALE ELETTRICO E GAS, due sono gli interventi messi in campo per ridurre la spesa sostenuta per la fornitura di energia elettrica, di gas naturale dai nuclei familiari economicamente più disagiati o con componenti in condizioni di salute gravi, sono due.

In primo luogo, si prevede che l’Arera provveda ad aggiornare i valori delle compensazioni applicabili nel quarto trimestre 2023 in modo tale che, per ciascuna tipologia di cliente disagiato, i livelli obiettivo di riduzione della spesa siano pari al 30% sull’energia elettrica e del 15% sul gas attualmente praticata.

Ai titolari di bonus sociale elettrico è inoltre riconosciuto, per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2023, un contributo straordinario, crescente con il numero di componenti del nucleo famigliare secondo le tipologie già previste per il medesimo bonus sociale. Per tale misura è autorizzata la spesa massima di 300 milioni di euro per l’anno 2023.

Viene inoltre prorogata per il quarto trimestre 2023 l’aliquota IVA al 5% per le somministrazioni di gas metano usato per combustione per usi civili e industriali.

L’aliquota ridotta, quindi, troverà applicazione anche in relazione alle forniture contabilizzate nelle fatture emesse per i consumi stimati o effettivi dei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2023. Qualora le forniture siano contabilizzate sulla base di consumi stimati, l’aliquota del 5% si applica anche alla differenza tra gli importi stimati e gli importi ricalcolati sulla base dei consumi effettivi riferibili, anche percentualmente, ai mesi di ottobre, novembre e dicembre 2023.

Sono inoltre azzerate anche per il quarto trimestre 2023 le aliquote delle componenti tariffarie relative agli oneri generali di sistema per il settore del gas.

BONUS CARBURANTI, viene prevista una social card “Dedicata a te”, destinata all’acquisto di generi alimentari dai nuclei familiari con ISEE fino a 15 mila euro, alla quale sarà abbinabile il bonus carburanti.

Sarà un decreto del Ministro delle Imprese e del made in Italy, da emanare di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e con il Ministro dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste a stabilire:

- l’ammontare del beneficio aggiuntivo per singolo nucleo familiare;

- le modalità di raccordo con il funzionamento della carta “Dedicata a te”;

- le modalità e le condizioni di accreditamento delle imprese autorizzate alla vendita di carburanti che aderiscono a piani di contenimento dei costi del prezzo alla pompa.

BONUS TRASPORTI, è il contributo previsto dal D.L. n. 5/2023 per l’acquisto di abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico locale o di trasporto ferroviario nazionale, spettante alle persone fisiche che, nell’anno 2022, abbiano conseguito un reddito complessivo non superiore a 20.000 euro.

FONDO GARANZIA PRIMA CASA , viene prorogata inoltre al 31 dicembre 2023 la garanzia del fondo prima casa all’80% per:

  1. le giovani coppie coniugate ovvero conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno due anni;
  2. i nuclei familiari monogenitoriali con figli minori conviventi;
  3. conduttori di alloggi di proprietà degli istituti autonomi per le case popolari comunque denominati;
  4. giovani di età inferiore a 36.

Tali soggetti potranno richiedere l’innalzamento della garanzia all’80% se hanno un ISEE non superiore a 40.000 euro annui e richiedono un mutuo superiore all’80% del prezzo d’acquisto dell’immobile, comprensivo di oneri accessori.

SANATORIA DEGLI SCONTRINI, è indubbio che inserire questo provvedimento fra quelli a sostegno delle fasce deboli mi mette in imbarazzo. Non amo dissertare sull’opportunità politica dei condoni / sanatorie, su queste pagine spesso ho preso posizioni nette in favore di quanti non riescano a pagare le sanzioni oltre alle imposte, credo però, che su un piano diverso vadano messi coloro che non battono gli scontrini, i quali operano un taglio a monte, cioè non fanno nemmeno sorgere l’obbligo al pagamento delle imposte! 

Tornando ai termini della sanatoria, viene previsto che i contribuenti che, dal 1° gennaio 2022 e fino al 30 giugno 2023, hanno commesso una o più violazioni in materia di certificazione dei corrispettivi, possono rimuovere, mediante il ravvedimento operoso tali violazioni, questo anche nel caso siano state già constatate purché non oltre la data del 31 ottobre 2023 e nel rispetto dell’ulteriore condizione che, le stesse non siano state già oggetto di contestazione alla data del perfezionamento del ravvedimento che dovrà avvenire entro la data del 15 dicembre 2023.

Le violazioni regolarizzate non rilevano ai fini del computo per l’irrogazione della sanzione accessoria della sospensione della licenza o dell’attività.

Print
Rate this article:
No rating

Stefano Ceci
Contact author
Altri articoli di Stefano Ceci

Stefano Ceci

Dottore Commercialista iscritto all’ordine di Roma, Iscritto al Registro dei Revisori Contabili dal 1985 titolare di uno studio tributario e di consulenza aziendale. Componente Commissione area Tecnico Fiscale Consulta Nazionale dei CAF. Responsabile dell’Assistenza Fiscale del CAF MCL srl. Responsabile Ufficio Formazione CAF MCL srl. Ha maturato notevole esperienza nella gestione ed organizzazione degli Enti No Profit, componente del Tavolo Tecnico Legislativo in seno al Forum Nazionale del Terzo Settore, relatore alla Commissione Bilancio del Senato per le proposte di modifica Dlgs 117/17 , Componente Ufficio di Segreteria Fondi PNRR UE 2021-27 Forum Nazionale del Terzo Settore, collaborazioni con le commissioni terzo settore dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Roma ed Arezzo _ consulente amministrativo progetti ex/L. 383/00, consulente scientifico Commissione Riforma Terzo Settore – collaborazione con testate giornalistiche : CAF NEWS24 , Edizioni Traguardi Sociali, nel 2022 ha pubblicato: La Riforma del Terzo Settore – manuale pratico per le Associazioni di Promozione Sociale”

Contact author

x

Speciali

Assegno Unico Universale

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE 2024 PER FIGLI A CARICO: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PRESENTARE L’ISEE

AGGIORNARE L’ISEE ENTRO IL 29 FEBBRAIO, PER EVITARE DI RICEVERE L’IMPORTO MINIMO

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, DUE IMPORTANTI NOVITA’ DI SETTEMBRE

DUE NUOVE CIRCOLARI DELL’INPS, SPIEGANO LE NOVITÀ RELATIVE AL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI, SIA PER CHI GIÀ LO RICEVE CHE...

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023


Bonus Edilizi

BONUS VERDE PER SISTEMAZIONE TERRAZZI E GIARDINI

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO NEL 2024

LA SORTE DELL’IMMOBILE COMPRAVENDUTO OGGETTO DI SUPERBONUS

OCCHIO AL REGOLAMENTO DEI CONTI

COL DECRETO CESSIONI VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE SE 4 O 10 RATE

Solo per le spese sostenute nel 2022 la possibilità di limitare gli effetti dei blocchi alle cessioni


L'approfondimento

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CEDOLARE SECCA, FONDO GARANZIA PRIMA CASA ED ABBANDONO SUPERBONUS

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

DOPO ANNI DI INCERTEZZE OPERATIVE E PARENTESI LEGATE ALLA PANDEMIA VI E’ ORA LA CERTEZZA DELLA GENERALIZZATA OPZIONE PER IL 730 SENZA SOSTITUTO 

IL 30 NOVEMBRE RAPPRESENTA LA DATA DI SCADENZA PER L'INVIO DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2023, UN OBBLIGO CHE COINVOLGE NON SOLO I TITOLARI DI PARTITA IVA MA ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI E I PENSIONATI CHE NON HANNO ANCORA PRESENTATO IL MODELLO 730.

IL SECONDO ACCONTO OPZIONI PER IL RICALCOLO

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Se vuoi essere sempre aggiornato su scadenze, agevolazioni e novità fiscali

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • *
  • *
  • *
  • Ho letto e compreso la privacy policy del sito
  • *