AREA RISERVATA - CAF MCL

ANCORA UN TASSELLO AL COMPLICATO PUZZLE DELL’INCERTEZZA NORMATIVA

Caf News 24
/ Pubblicato in: Speciali
ANCORA UN TASSELLO AL COMPLICATO PUZZLE DELL’INCERTEZZA NORMATIVA 3426 0

L’INCERTEZZA NON SARA’ SEMPRE UNA SCUSA PER NON PAGARE LE SANZIONI

articolo di CAF News 24

L'articolo 10 dello statuto dei diritti del contribuente (L. 212/2000) stabilisce che per garantire collaborazione e buona fede nei rapporti tributari viene esclusa l'irrogazione delle sanzioni quando la violazione dipende da obiettive condizioni di incertezza su una portata e l'ambito di applicazione di una norma tributaria.

Il principio del legittimo affidamento del contribuente chiaramente sancito dallo statuto impone all'amministrazione dunque, di non irrogare sanzioni fiscali se cambia orientamento, fermo restando che il tributo è comunque e sempre dovuto, questo è importante saperlo, perché spesso si fa confusione immaginando che l’eventuale incertezza della norma possa portarci a negare lo stesso presupposto impositivo, perché il legittimo affidamento comporta la possibile disapplicazione delle sanzioni ma non incide mai sulla possibilità di non versare le imposte, principio questo, che prescinde del tutto dalle intenzioni manifestate dalle parti del rapporto fiscale.

Rispetto a questo granitico principio si sono fatti passi in avanti oppure indietro? Perché molto spesso nella nostra vita professionale di operatori del settore tributario invochiamo la non debenza delle sanzioni (abbiamo ora capito che mai per i tributi) per oggettiva incertezza della norma.

La Corte di Cassazione con la sentenza 4695 del 20/12/2021 pone un altro tassello a questo complesso puzzle, ma chi ne guadagna?

La Suprema Corte, torna sull’argomento, stabilendo che l'incertezza su una norma tributaria esime dalle conseguenze sanzionatorie amministrative collegate alla violazione, se l’incertezza è obiettivamente chiara ed è inevitabile, non invece se fosse dovuta a soggettiva e colpevole ignoranza del singolo contribuente, perché non è conoscenza della prassi dell’Agenzia oppure della Giurisprudenza in merito.

Alla luce di quanto espresso non si potrà dunque parlare di sussistenza di obiettive condizioni di incertezza nell'interpretazione delle norme nel caso in cui il contribuente non abbia preso visione di circolari interpretative dell’amministrazione che chiariscano il significato della norma da applicare, non si potrà allo stesso modo invocare incertezza anche se vi fossero contrasti fra i giudici di merito, ma esista al riguardo una giurisprudenza comunque consolidata.

Sempre la Cassazione, con ordinanza 3277 del 2019 ha chiarito che l'incertezza che consente di non applicare delle sanzioni è caratterizzata dall'impossibilità di individuare con sicurezza la portata della norma giuridica aggiungiamo a questo che trattandosi di un’esimente spetterà al contribuente l'onere di dimostrare la ricorrenza degli elementi di confusione di certezza che giustifica l'esclusione delle sanzioni, incertezza che si ricorda spetterà essere rilevata direttamente dal giudice e non già dall’amministrazione finanziaria.

Print
Rate this article:
No rating

CAF News 24
Contact author
Altri articoli di CAF News 24

CAF News 24

CAFNEWS24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma il 20/10/2021 con n. 167/2021

Contact author

x

Speciali

Assegno Unico Universale

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE 2024 PER FIGLI A CARICO: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PRESENTARE L’ISEE

AGGIORNARE L’ISEE ENTRO IL 29 FEBBRAIO, PER EVITARE DI RICEVERE L’IMPORTO MINIMO

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, DUE IMPORTANTI NOVITA’ DI SETTEMBRE

DUE NUOVE CIRCOLARI DELL’INPS, SPIEGANO LE NOVITÀ RELATIVE AL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI, SIA PER CHI GIÀ LO RICEVE CHE...

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023


Bonus Edilizi

BONUS VERDE PER SISTEMAZIONE TERRAZZI E GIARDINI

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO NEL 2024

LA SORTE DELL’IMMOBILE COMPRAVENDUTO OGGETTO DI SUPERBONUS

OCCHIO AL REGOLAMENTO DEI CONTI

COL DECRETO CESSIONI VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE SE 4 O 10 RATE

Solo per le spese sostenute nel 2022 la possibilità di limitare gli effetti dei blocchi alle cessioni


L'approfondimento

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CEDOLARE SECCA, FONDO GARANZIA PRIMA CASA ED ABBANDONO SUPERBONUS

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

DOPO ANNI DI INCERTEZZE OPERATIVE E PARENTESI LEGATE ALLA PANDEMIA VI E’ ORA LA CERTEZZA DELLA GENERALIZZATA OPZIONE PER IL 730 SENZA SOSTITUTO 

IL 30 NOVEMBRE RAPPRESENTA LA DATA DI SCADENZA PER L'INVIO DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2023, UN OBBLIGO CHE COINVOLGE NON SOLO I TITOLARI DI PARTITA IVA MA ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI E I PENSIONATI CHE NON HANNO ANCORA PRESENTATO IL MODELLO 730.

IL SECONDO ACCONTO OPZIONI PER IL RICALCOLO

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Se vuoi essere sempre aggiornato su scadenze, agevolazioni e novità fiscali

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • *
  • *
  • *
  • Ho letto e compreso la privacy policy del sito
  • *