AREA RISERVATA - CAF MCL

ANCORA SULLE PENSIONI ESTERE IMPONIBILI AI FINI IRPEF IN ITALIA

Caf News 24
/ Pubblicato in: Speciali
ANCORA SULLE PENSIONI ESTERE IMPONIBILI AI FINI IRPEF IN ITALIA 1410 0

Il Principio di diritto n. 2 del 6 luglio 2022, affronta lo specifico caso dei redditi di pensione erogati a soggetti residenti in Francia e quello della tassazione da parte del sostituto d'imposta.

articolo di CAF News 24

L’articolo 49 del TUIR, rubricato “redditi di lavoro dipendente”, stabilisce al comma 1 che sono tali quelli che derivano da rapporti aventi per oggetto la prestazione di lavoro, con qualsiasi qualifica, alle dipendenze e sotto la direzione di altri, compreso il lavoro a domicilio quando è considerato lavoro dipendente secondo le norme della legislazione sul lavoro.

L’Amministrazione Finanziaria parte da quanto stabilito dall'articolo 49, comma 2, lett. a), del TUIR, ossia che costituiscono redditi di lavoro dipendente e sono, quindi, imponibili ai fini Irpef, «le pensioni di ogni genere e gli assegni ad esse equiparate». L’agenzia prendendo spunto da tale assunto giuridico, elabora un principio utile ai fini dell'applicazione dell'Irpef nei confronti dei soggetti non residenti ai sensi dell'articolo 23, comma 2, lett. a), del TUIR, stabilendo che, le pensioni e gli assegni ad esse assimilabili si considerano prodotti nel territorio dello Stato «se corrisposti dallo Stato, da soggetti residenti nel territorio dello Stato o da stabili organizzazioni nel territorio stesso di soggetti non residenti».

Il Principio dopo aver riepilogato la normativa interna di riferimento, ed in virtù del fatto che, detta normativa dev’essere coordinata con le disposizioni internazionali contenute nei Trattati, specifica che nel caso di pensionati residenti in Francia, occorre richiamare l'articolo 18 della Convenzione per evitare le doppie imposizioni tra l'Italia e la Francia, firmata a Venezia il 5 ottobre 1989 e ratificata con Legge n. 20/1992, secondo cui «fatte salve le disposizioni del paragrafo 2 dell'articolo 19, le pensioni e le altre remunerazioni analoghe, pagate ad un residente di uno Stato in relazione ad un cessato impiego, sono imponibili soltanto in questo Stato».

È, altresì, stabilito che, nonostante le disposizioni, le pensioni ed altre somme pagate in applicazione della legislazione sulla sicurezza sociale di uno Stato, sono imponibili in detto Stato.

Osserva perciò l’Agenzia delle Entrate, che la norma convenzionale, stabilisce che le pensioni pagate in relazione ad un impiego privato sono imponibili soltanto nello Stato di residenza del percettore, fatta eccezione per le pensioni e le altre somme pagate in applicazione della legislazione sulla sicurezza sociale di uno Stato, le quali sono imponibili in detto Stato.

Es: pensione privata francese pagata ad un pensionato residente in Italia, tassate solo in Italia, invece pensione sociale francese nella medesima situazione sarebbe tassabile anche in Francia col riconoscimento del credito d’imposta in Italia. 

In merito all'applicazione della normativa convenzionale in questione, il Fisco richiama l'Accordo amichevole tra le Amministrazioni finanziarie italiana e francese, intervenuto al termine della Procedura prevista dall'articolo 26 della Convenzione e formalizzato con uno scambio di lettere tra Francia e Italia nel dicembre 2000.

Con tale accordo, infatti, è stata definita l'interpretazione da dare all'espressione «sicurezza sociale», di cui al paragrafo 2 del citato articolo 18 della Convenzione. É stato, quindi, concordato, sulla base di una ricognizione effettuata, sia da parte italiana che da parte francese, un elenco di prestazioni pensionistiche da considerarsi ricomprese nei regimi di sicurezza sociale previsti dalle rispettive legislazioni nazionali.

Di conseguenza, qualora le pensioni erogate rientrino nel summenzionato elenco, le stesse saranno imponibili in Italia ai fini Irpef, ai sensi del combinato disposto degli articoli 23, comma 2, lett. a) e 49, comma 2, lett. a), del TUIR.

Print
Rate this article:
4.5

Speciali

Assegno Unico Universale

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023

LE NOVITA’ DEL DECRETO SEMPLIFICAZIONI SULL’ASSEGNO UNICO

Le nuove regole di determinazione dell’importo avranno decorrenza da marzo 2022, potrebbe essere necessario il ricalcolo.

REMINDER: IL 30 GIUGNO SCADE IL TERMINE PER AVER RICONOSCIUTI GLI ARRETRATI RELATIVI ALL’ASSEGNO UNICO DAL MESE DI MARZO

Accorgimenti per aver garantiti gli arretrati dal mese di marzo 2022, nel caso si trasmetta entro il termine del 30 giugno la richiesta di Assegno...

Bonus Edilizi

QUANDO PER UN CONDOMINIO IL 110% E’ AMMESSO PER IL 2023

Per il 110% dei condomini occhio alla data di adozione della delibera

CESSIONE CREDITI DOPO TANTE STRETTE UN ALLENTAMENTO!

Un meccanismo complesso ed articolato, franato dall’atavica paura che qualcuno ne approfitti, forse ad un punto di svolta.

IL CASO DELLA CILAS DEL 2022 REVOCATA

Attenzione alla CILAS revocata e ripresentata


L'approfondimento

I nuovi appuntamenti previsti dalla legge di bilancio possono rappresentare opportunità da cogliere

Tantissimi auguri di Buon Natale e Buon 2023 da parte della redazione di CAFNEWS24 ed un arrivederci al nove gennaio 2023

Anche la rinuncia postuma invalida l’accertamento dell’Agenzia

In aumento il peso sui cittadini relativo ai recuperi da parte delle PA

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

Le possibili cause della mancanza della precompilata nel cassetto fiscale dei contribuenti

L’Agenzia delle Entrate sospende l’invio delle comunicazioni di irregolarità e delle lettere su compliance dall’ultima settimana di luglio fino alla seconda settimana di settembre

Modelli 730 e precompilate da rifare, una comunicazione del Presidente dell’Associazione Nazionale dei Commercialisti denuncia una situazione inaccettabile

La dichiarazione modello 730/2022 precompilata sarà a disposizione nell’area riservata dei contribuenti dal 23 maggio

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021