AREA RISERVATA - CAF MCL

ANCORA SUL BONUS TV E SCONTO PER TUTTI DI MAX 100 EURO

Caf News 24
ANCORA SUL BONUS TV E SCONTO PER TUTTI DI MAX 100 EURO 3703 0

articolo di CAF News 24

Il bonus rottamazione TV agevola tutti i cittadini nell’acquisto di televisori compatibili con i nuovi standard tecnologici di trasmissione del digitale terrestre Dvbt-2/Hevc Main 10.

La nuova tecnologia consentirà di migliorare la qualità del segnale e di dare spazio alle trasmissioni in alta definizione. Il bonus TV ha, infatti, l’obiettivo di favorire la sostituzione di apparecchi televisivi che non saranno più idonei ai nuovi standard tecnologici, al fine di garantire la tutela ambientale e la promozione dell’economia circolare attraverso un loro corretto smaltimento.

L'agevolazione consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d'acquisto, fino a un massimo di 100 euro, che si può ottenere rottamando un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018.

Come si puo’ sapere se il televisore e’ stato acquistato prima o dopo il 22 dicembre 2018

I televisori acquistati dal 22 dicembre 2018 sono sicuramente compatibili con il nuovo digitale terrestre poiché da quella data i negozianti erano obbligati a vendere televisori che supportano il nuovo standard, il DVB-T2 HEVC Main10, riportato anche sul manuale del nuovo televisore.

SE NON CI RICORDIAMO QUANDO E’ STATO ACQUISTATO IL TELEVISORE COSA POSSIAMO FARE ?

Niente paura, ci sono due altri modi per accertarsi che la tv sia da cambiare. 

Provate a vedere se, al momento del primo passaggio tecnologico dalla codifica MPEG-2 a quella MPEG-4 del 1° settembre 2021, saranno visibili i canali già disponibili in HD, ad esempio 501 per RAIUNO HD, 505 per Canale 5 HD e 507 per LA7 HD. Se almeno un canale HD sarà visibile, la tv dovrebbe essere idonea al nuovo standard.

Se non volete aspettare il 1° settembre, potete verificare la compatibilità dei televisori in vostro possesso con gli elenchi delle apparecchiature idonee seguendo le informazioni e le procedure indicate sul sito.

Questo bonus, tra l’altro, è cumulabile con quello introdotto dal decreto interministeriale del 18 ottobre 2019, il bonus TV 2020, a differenza di quest’ultimo il precedente prevedeva un tetto ISEE pari a 20.000 euro.

RIASSUMENDO I REQUISITI 

  1. avere la residenza in Italia;
  2. voler rottamare un televisore comprato prima del 22 dicembre 2018;
  3. essere in regola con il pagamento del canone.

Inoltre, si precisa che lo sconto verrà riconosciuto per l’acquisto di un solo televisore per ogni nucleo familiare.

LA PROCEDURA

  1. portare il vecchio televisore al negozio dove si intende acquistare quello nuovo. Il rivenditore applicherà la riduzione del prezzo, si occuperà dello smaltimento dell’apparecchio e otterrà un credito fiscale pari allo sconto riconosciuto al cliente al momento dell’acquisto di quello nuovo;
  2. oppure, consegnare il vecchio televisore in un’isola ecologica autorizzata e facendosi rilasciare un modulo che certificherà l’avvenuta consegna e tutta la documentazione utile per richiedere lo sconto al rivenditore presso cui si andrà a comprare il nuovo TV.

Il modulo che certifica l’avvenuto riciclo dovrà essere controfirmato, rispettivamente, o dal rivenditore o da un addetto alla raccolta e consegnato all’atto dell’acquisto, allegando un documento di identità e il codice fiscale dell’acquirente.

Si ribadisce che per questo tipo di incentivo non è necessaria la presentazione dell'ISEE. Non ci saranno limiti, se non quello di poterne richiede solo uno a famiglia. Il lasso di tempo di un anno è poco più si è reso necessario per agevolare la transizione. Ai fini di controllo ad opera dell’Agenzia delle Entrate, il venditore dell’apparecchio conserva tutta la documentazione e la ricevuta di pagamento. Si precisa che lo sconto non riduce la base imponibile dell’Imposta sul valore aggiunto.

L’importo del bonus è pari al 20% del costo, fino a un massimo di 100 euro

Print
Rate this article:
No rating

CAF News 24
Contact author
Altri articoli di CAF News 24

CAF News 24

CAFNEWS24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma il 20/10/2021 con n. 167/2021

Contact author

x

Speciali

Assegno Unico Universale

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE 2024 PER FIGLI A CARICO: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PRESENTARE L’ISEE

AGGIORNARE L’ISEE ENTRO IL 29 FEBBRAIO, PER EVITARE DI RICEVERE L’IMPORTO MINIMO

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, DUE IMPORTANTI NOVITA’ DI SETTEMBRE

DUE NUOVE CIRCOLARI DELL’INPS, SPIEGANO LE NOVITÀ RELATIVE AL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI, SIA PER CHI GIÀ LO RICEVE CHE...

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023


Bonus Edilizi

BONUS VERDE PER SISTEMAZIONE TERRAZZI E GIARDINI

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO NEL 2024

LA SORTE DELL’IMMOBILE COMPRAVENDUTO OGGETTO DI SUPERBONUS

OCCHIO AL REGOLAMENTO DEI CONTI

COL DECRETO CESSIONI VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE SE 4 O 10 RATE

Solo per le spese sostenute nel 2022 la possibilità di limitare gli effetti dei blocchi alle cessioni


L'approfondimento

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CEDOLARE SECCA, FONDO GARANZIA PRIMA CASA ED ABBANDONO SUPERBONUS

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

DOPO ANNI DI INCERTEZZE OPERATIVE E PARENTESI LEGATE ALLA PANDEMIA VI E’ ORA LA CERTEZZA DELLA GENERALIZZATA OPZIONE PER IL 730 SENZA SOSTITUTO 

IL 30 NOVEMBRE RAPPRESENTA LA DATA DI SCADENZA PER L'INVIO DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2023, UN OBBLIGO CHE COINVOLGE NON SOLO I TITOLARI DI PARTITA IVA MA ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI E I PENSIONATI CHE NON HANNO ANCORA PRESENTATO IL MODELLO 730.

IL SECONDO ACCONTO OPZIONI PER IL RICALCOLO

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Se vuoi essere sempre aggiornato su scadenze, agevolazioni e novità fiscali

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • *
  • *
  • *
  • Ho letto e compreso la privacy policy del sito
  • *