AREA RISERVATA - CAF MCL

AL 30 SETTEMBRE IL TERMINE PER L’IMPOSTA SOSTITUTIVA SU CRYPTOVALUTE

Caf News 24
/ Pubblicato in: Speciali
AL 30 SETTEMBRE IL TERMINE PER L’IMPOSTA SOSTITUTIVA SU CRYPTOVALUTE 3566 0

Con il comunicato stampa del 13 giugno il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica lo slittamento della scadenza dal 30giugno al 30 settembre

articolo di Stefano Ceci

In questi giorni molti mi chiedevano del termine del 30 giugno e di come questo trovasse applicazione con riferimento alle crypto-attività detenute alla data del 01 01 2023.

Ricordo che la legge di Bilancio 2023, ha introdotto una nuova ed inedita categoria di “redditi diversi” costituita dalle plusvalenze e gli altri proventi realizzati mediante, rimborso o cessione a titolo oneroso, permuta o detenzione di crypto-attività, comunque denominate, non inferiori complessivamente a 2.000 euro nel periodo d’imposta.  

Torno sul concetto spesso non compreso, della plusvalenza.

E’ bene ricordare che il momento che genera imposte è quello legato al realizzarsi di due specifici e ben distinti eventi, il primo (fondamentale); la trasformazione della cryptovaluta da semplice stringa informatica a valore economico, il secondo, altrettanto importante, che si generi una differenza positiva fra il prezzo pagato al momento dell’acquisto della stringa informatica e quello riscosso al momento in cui questa torna ad essere valuta corrente.

Questo ci porta a comprendere un ulteriore concetto che deriva da quelli appena espressi e cioè che la semplice detenzione di stringhe informatiche di cryptovalute non genera materia impositiva, parallelamente a ciò che accade con le partecipazioni azionarie, queste a prescindere dal valore che rappresentano nel corso del tempo, genereranno utili solo nel momento in cui si procederà alla loro vendita, solo quello sarà il momento in cui sapremo e potremo valutare se vi è stata plusvalenza o meno.

Inerpicandoci lungo l’impervio percorso della conoscenza in materia di cryptovalute, sarà utile inserire un ulteriore concetto che fa da corollario a quanto finora scritto. La plusvalenza si genera non solo nel caso in cui si dovesse procedere all’incasso del controvalore della stringa informatica, ma anche nel caso in cui questa fosse permutata, insomma quando si realizza qualsiasi evento che ne fissi un valore, in uno specifico momento ed in funzione della sua liquidazione.

Chiarito (spero) il concetto, serve affrontare qualche ulteriore aspetto contenuto nella legge di bilancio. Importante sarà sapere che il legislatore ha affrontato la materia consapevole che spesso le cryptovalute non sono detenute solo per operazioni speculative, per capirci laddove venissero considerate un investimento, perciò conservate e vendute in uno specifico momento, ma nel web molto spesso accade che talune piattaforme accettino quale valore di scambio per servizi od iscrizioni anche le cryptovalute (bitcoin ecc..ecc..).

Proprio l’utilizzo per acquistare servizi, game on line od altro tramite ad esempio bitcoin (o cryptovalute comunque denominate) determina la valutazione in termini economici della cryptovaluta, consapevole di questo utilizzo il legislatore ha stabilito una franchigia per le plusvalenze fissata in 2.000 (duemila) euro.

Chiudo la premessa con un ulteriore informazione che riguarda la tassazione, ho scritto delle plusvalenze, dell’utilizzo delle cryptovalute, del loro controvalore, ovvio che se invece tali valori informatici fossero gestiti tramite un intermediario finanziario la tassazione, così come accade per i dividenti ed in genere i redditi di capitale sarà gestita direttamente tramite l’intermediario.

Ciò di cui trattiamo riguarda evidentemente, la sola gestione “ in autonomia “, fuori dai circuiti bancari. 

In quanto redditi diversi, i guadagni ottenuti dalle attività crypto, considerati fiscalmente rilevanti, saranno sottoposti a un’imposta sostitutiva pari al 26 per cento. Tale aliquota è applicata in modo diverso a seconda della tipologia di regime fiscale adottato, tra:

regime amministrato: l’intermediario svolge la funzione di sostituto d’imposta;

regime dichiarativo: devi inserire in modo autonomo il capital gain ottenuto nel Modello Redditi PF.

Da tutto questo consegue che dal periodo d’imposta 2023, il possessore di crypto-attività dovrà dichiarare le plusvalenze rilevanti in dichiarazione, nel periodo d’imposta del realizzo (secondo un criterio di cassa) e assoggettarle all’ imposta sostitutiva del 26 per cento, direttamente o per il tramite di un intermediario, se presente.

La novità risiede altrove, perché fin qui “nulla di nuovo sotto il sole”,  infatti la norma in esame consente un interessante meccanismo di rivalutazione, per ciascuna crypto-attività posseduta alla data del 1° gennaio 2023, permettendo di assumere in via opzionale ai fini della determinazione del valore di acquisto in funzione della successiva plusvalenza , in luogo del costo o del valore di acquisto, il valore della crypto-attività a tale data dietro pagamento di una imposta sostitutiva del 14 per cento, senza alcuna perizia di stima.

Proviamo a fare un esempio per far comprendere il meccanismo di rivalutazione:

  1. valore di acquisto di bitcoin del 2020 (indeterminabile o comunque 100,00 euro)
  2. valore del bitcoin alla data dello 01/01/23 1.000,00 euro

Vendita del bitcoin nel 2025 al valore di 3000 euro

Plusvalenza nel caso A 2.900,00 euro al 26% (754,00 euro)

Plusvalenza nel caso B 2.000,00 euro al 26% (già versato il 14% su 1.000,00 per rivalutazione)

(140 + 520 euro, risparmio = 94 euro)

Nella sua originaria formulazione, l’imposta sostitutiva avrebbe potuto essere versata o in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2023 o in tre rate annuali di pari importo, con pagamento degli interessi nella misura del 3 per cento sulle rate successive alla prima.

Con il comunicato n. 96 dello scorso 13 giugno, il MEF ha posticipato tali termini precisando che, con una disposizione normativa di prossima emanazione, saranno prorogati di tre mesi, e precisamente dal 30 giugno al30 settembre 2023, “i termini per il versamento dell’imposta sostitutiva delle crypto-attività, il cui regime fiscale è stato ridefinito in legge di bilancio 2023”.

Per espressa previsione normativa le eventuali minusvalenze realizzate per effetto della rideterminazione del costo o valore d’acquisto non saranno comunque utilizzabili in deduzione dall’

ammontare delle plusvalenze realizzate nel 2023 e nei quattro periodi d’imposta successivi, come invece ordinariamente previsto dal nuovo comma 9-bis dell’art. 68 del TUIR.

Print
Rate this article:
No rating

Stefano Ceci
Contact author
Altri articoli di Stefano Ceci

Stefano Ceci

Dottore Commercialista iscritto all’ordine di Roma, Iscritto al Registro dei Revisori Contabili dal 1985 titolare di uno studio tributario e di consulenza aziendale. Componente Commissione area Tecnico Fiscale Consulta Nazionale dei CAF. Responsabile dell’Assistenza Fiscale del CAF MCL srl. Responsabile Ufficio Formazione CAF MCL srl. Ha maturato notevole esperienza nella gestione ed organizzazione degli Enti No Profit, componente del Tavolo Tecnico Legislativo in seno al Forum Nazionale del Terzo Settore, relatore alla Commissione Bilancio del Senato per le proposte di modifica Dlgs 117/17 , Componente Ufficio di Segreteria Fondi PNRR UE 2021-27 Forum Nazionale del Terzo Settore, collaborazioni con le commissioni terzo settore dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Roma ed Arezzo _ consulente amministrativo progetti ex/L. 383/00, consulente scientifico Commissione Riforma Terzo Settore – collaborazione con testate giornalistiche : CAF NEWS24 , Edizioni Traguardi Sociali, nel 2022 ha pubblicato: La Riforma del Terzo Settore – manuale pratico per le Associazioni di Promozione Sociale”

Contact author

x

Speciali

Assegno Unico Universale

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE 2024 PER FIGLI A CARICO: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PRESENTARE L’ISEE

AGGIORNARE L’ISEE ENTRO IL 29 FEBBRAIO, PER EVITARE DI RICEVERE L’IMPORTO MINIMO

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, DUE IMPORTANTI NOVITA’ DI SETTEMBRE

DUE NUOVE CIRCOLARI DELL’INPS, SPIEGANO LE NOVITÀ RELATIVE AL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI, SIA PER CHI GIÀ LO RICEVE CHE...

ENTRO IL 28 FEBBRAIO VA PRESENTATA LA DSU AGGIORNATA PER CONTINUARE A BENEFICIARE DELL’ASSEGNO UNICO

Le sedi dovranno promuovere l’adempimento ISEE per l’assegno unico 2023


Bonus Edilizi

BONUS VERDE PER SISTEMAZIONE TERRAZZI E GIARDINI

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO NEL 2024

LA SORTE DELL’IMMOBILE COMPRAVENDUTO OGGETTO DI SUPERBONUS

OCCHIO AL REGOLAMENTO DEI CONTI

COL DECRETO CESSIONI VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE SE 4 O 10 RATE

Solo per le spese sostenute nel 2022 la possibilità di limitare gli effetti dei blocchi alle cessioni


L'approfondimento

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CONTINUA IL PROCESSO DI SEMPLIFICAZIONE, ORA CON IL DECRETO “ADEMPIMENTI” L’AGENZIA INTERVIENE SU ADEMPIMENTI E SEMPLIFICAZIONI.

CEDOLARE SECCA, FONDO GARANZIA PRIMA CASA ED ABBANDONO SUPERBONUS

Commenti

Confrontiamoci con il secondo acconto IMU consapevoli delle nuove possibilità di esonero IMU

Sotto la supervisione di un adulto si può fare e varia in funzione dell’età del minore

Una sentenza della Suprema Corte incide sulla determinazione delle sanzioni per tardiva registrazione dei contratti di affitto

Un emendamento al Decreto “ Aiuti bis” prevede l’elevazione del limite di impignorabilita’ delle pensioni

Modello semplificato per installazione pannelli fotovoltaici

Modello 730

DOPO ANNI DI INCERTEZZE OPERATIVE E PARENTESI LEGATE ALLA PANDEMIA VI E’ ORA LA CERTEZZA DELLA GENERALIZZATA OPZIONE PER IL 730 SENZA SOSTITUTO 

IL 30 NOVEMBRE RAPPRESENTA LA DATA DI SCADENZA PER L'INVIO DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2023, UN OBBLIGO CHE COINVOLGE NON SOLO I TITOLARI DI PARTITA IVA MA ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI E I PENSIONATI CHE NON HANNO ANCORA PRESENTATO IL MODELLO 730.

IL SECONDO ACCONTO OPZIONI PER IL RICALCOLO

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Se vuoi essere sempre aggiornato su scadenze, agevolazioni e novità fiscali

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • *
  • *
  • *
  • Ho letto e compreso la privacy policy del sito
  • *