AREA RISERVATA - CAF MCL

Accertamento per indebita fruizione del bonus termini e modalità

Caf News 24
/ Pubblicato in: Bonus Edilizi
Accertamento per indebita fruizione del bonus termini e modalità 1277 0

Sviluppo dei termini per l’accertamento in funzione delle diverse violazioni

articolo di cafnews24

Spesso ci si chiede quali sono i termini per l’accertamento relativamente alla fruizione di un bonus, e quali possono essere le responsabilità.

Per rispondere a questa domanda è necessario prendere in esame le diverse violazioni che possono correlare l’indebita fruizione del beneficio.

L’art. 121, comma 4, D.L. n. 34/2020 ci chiarisce che i termini in ordine alla violazione documentale sono riferiti al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello di utilizzo della relativa detrazione nell’ambito della dichiarazione. Diverso sarà il termine laddove riferito ad indebita compensazione di crediti inesistenti, che l’art.27, commi da 16 a 20 del DL. 185/08 fissa invece in otto anni.

Proseguendo nell’analisi proviamo a calare un esempio concreto di 110%, ad esempio lavori per 35.000,00 euro e detrazione per 38.500,00 euro.

Come abbiamo più volte ripetuto, l’accertamento sarà nei confronti del beneficiario la detrazione o cedente. Al quale saranno chiesti la maggiore imposta, gli interessi e le sanzioni del 30% per omesso o tardivo versamento.

Questo significa che il fornitore (se c’è lo sconto) il cessionario (se c’è la cessione) non ne risponderanno mai? La risposta è no, in quanto possono esistere specifiche ipotesi sanzionatorie anche nei confronti del fornitore o cessionario, al netto delle ipotesi di reato dovuto al concorso nella realizzazione di truffe ai danni dello stato, l’ipotesi che immaginiamo più ricorrente potrebbe essere quella, di concorso alla violazione.

In questo caso il fornitore / cessionario potranno essere interessati dalle verifiche degli Uffici, diversamente come scritto, ne saranno (nella quasi totalità dei casi, si spera) considerati estranei. Nel caso abbiano concorso alla violazione, si precisa un ulteriore aspetto e cioè che vi sarà responsabilità solidale con il cedente / utilizzatore, questo significa che pur se entrambi responsabili, non saranno tutti e due a versare le maggiori imposte, gli interessi e le sanzioni, ma lo dovrà fare uno solo di questi, in quanto non vi può essere, duplicazione d’imposta, interessi e sanzioni, né il concorso è considerato nella fattispecie amministrativa violazione autonoma.

Da ultimo si chiarisce che la concorrenza ad un illecito amministrativo deve trovare concretamente riscontro nel contributo che i soggetti hanno prestato alla realizzazione della violazione.

Venendo poi al recupero delle imposte, nell’esempio fatto, cioè lavori per 35.000 e detrazione per 38.000 è evidente che il recupero sarà di 38.000,00 euro di indebite detrazioni o cessioni di crediti.

Concludendo, il fornitore/cessionario, tornando al principio del concorso prima evidenziato, sarà reso estraneo da ogni responsabilità se sarà in grado di mostrare la propria buona fede.

Un’ultima domanda me la voglio porre, esiste il caso in cui il cessionario potrà essere oggetto di autonoma responsabilità ed accertamento per maggiori imposte?

Ovviamente si, ad esempio se nel nostro caso utilizzasse un credito di 40.000,00 euro, malgrado quello ceduto sia di 38.000,00, in questo caso il cedente non avrebbe responsabilità e l’illecito sarebbe esclusivamente ascrivibile al cessionario.        

Print
Rate this article:
No rating

Speciali

Assegno Unico Universale

INPS COMUNICA LA DISPONIBILITA’ DI TRE NUOVE FUNZIONI PER CORREGGERE OD INTEGRARE LE DOMANDE

Con il messaggio n. 1962/2022 del 09 maggio, l’Inps mette a disposizione, nella procedura online, tre possibilità per correggere od integrare le domande già presentate.

INPS CON IL MESSAGGIO DEL 20 APRILE UN FOCUS SU CRITERI DI SPETTANZA

L’Inps fornisce importanti chiarimenti su talune particolari questioni: genitori separati, nuclei numerosi e figli che nel frattempo sono...

L’Assegno Unico Universale stenta a partire

l'Inps evidenzia quante siano ancora poche le richieste trasmesse, importante sollecitare i cittadini a presentare le domande

Bonus Edilizi

IMPORTANTE CHIARIMENTO DEL DIRETTORE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE RELATIVAMENTE AL FRAZIONAMENTO DEI CREDITI IN CESSIONE

Troverà posto nella prossima prassi dell’Agenzia delle Entrate un importante chiarimento da parte del Direttore dell’Agenzia delle Entrate relativamente alla cessione frazionata dei bonus edilizi.

ANCORA SULLA IMPOSSIBILITA’ DI PROCEDERE AD UNA CESSIONE PARZIALE

L’Agenzia delle Entrate chiarisce che non è rimessa al contribuente la facoltà di optare per un diverso trattamento delle spese relative al...

CHIARIMENTO SULL’INSERIMENTO DELLE DIVERSE COMPONENTI IN FATTURA NEL CASO DI BONUS EDILIZI

In relazione allo sconto o cessione, in relazione al visto di conformità nascono dubbi circa l’inserimento delle voci di spesa in fattura.

L'approfondimento

Un recente interpello all’Agenzia delle Entrate, permette di chiarire a chi spetta l'obbligo di presentazione della successione a prescindere dalla qualità di erede, testamentario o legittimo.

IMU scadenze immutate e qualche dubbio in più nell’attesa che si compia la revisione del sistema

Anche per l’anno 2022 i redditi dominicali ed agrari non concorrono alla base imponibile irpef, ma a quali condizioni?

Concessi trenta giorni in più solo per il pagamento in un’unica soluzione degli avvisi bonari

Commenti

Un recente interpello all’Agenzia delle Entrate, permette di chiarire a chi spetta l'obbligo di presentazione della successione a prescindere dalla qualità di erede, testamentario o legittimo.

IMU scadenze immutate e qualche dubbio in più nell’attesa che si compia la revisione del sistema

Concessi trenta giorni in più solo per il pagamento in un’unica soluzione degli avvisi bonari

La giurisprudenza tributaria fa breccia nella presunzione prevista all’art. 26 co.2 del TUIR nel caso di immobile cointestato e concesso in locazione da uno solo dei proprietari.

Prende il via la sanzione per la mancata accettazione del pagamento elettronico da parte dei titolari di partita iva

Il TAR della Campania introduce un principio foriero di ulteriori contrasti fra gli ex coniugi

Modello 730

La dichiarazione modello 730/2022 precompilata sarà a disposizione nell’area riservata dei contribuenti dal 23 maggio

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

Un breve reminder delle attività connesse all’assistenza fiscale, ogni cittadino dovrebbe mettere in pratica prima di recarsi al CAF

L’agenzia le prova tutte per rendere sempre più appetibile la precompilata, ma non gioca sul miglioramento del servizio, l’unica freccia al suo arco sono le ancestrali paure del contribuente
L’Agenzia delle Entrate chiarisce gli effetti della trasmissione tardiva della dichiarazione
La riforma delle aliquote IRPEF 2022 denota la volontà, da parte del legislatore, rispetto al passato, di premiare non solo i redditi di fascia medio-bassa

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021