Caf News 24 - Archivio

1345678910Last
IMPORTANTE CHIARIMENTO DEL DIRETTORE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE RELATIVAMENTE AL FRAZIONAMENTO DEI CREDITI IN CESSIONE
CAF News 24
/ Categories: Caf News 24, Bonus Edilizi

IMPORTANTE CHIARIMENTO DEL DIRETTORE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE RELATIVAMENTE AL FRAZIONAMENTO DEI CREDITI IN CESSIONE

Nel mezzo di un mare di dubbi si ergeva una sola granitica certezza e cioè che la cessione parziale fosse vietata. Eravamo anche recentemente intervenuti sull’argomento stabilendo criteri e fornendo indicazioni che comunque declinavano un principio ineludibile e cioè che il credo anche in funzione della novellata codifica dell’agenzia delle entrate andava assunto per intero.

Nella giornata di studio “Bloccare le frodi senza bloccare la cessione dei bonus edilizi”, tenutasi a Venezia in data 6 maggio 2022, Ruffini (Direttore AdE) fornisce un importante chiarimento, dichiarando: “nel momento in cui il credito viene immesso nel sistema, e quindi diventa di fatto un credito ceduto e a sua volta cedibile, può essere ceduto con singoli codici univoci relativi alle singole annualità a cui si riferisce. Ognuno di quegli anni può avere un codice ulteriore e può essere ceduto a soggetti differenti, senza necessariamente trovare un acquirente che si compri tutto il pacchetto. È possibile trovare soggetti diversi, ciascuno dei quali prende soltanto una frazione”.

Ritorniamo sul tema, dal primo maggio, vige il divieto di cessione frazionata dei crediti ossia, interpretando la norma in modo restrittivo, chi acquista dovrebbe comprare tutte le rate di un credito.

Sulla base di quanto riportato in occasione della giornata di studio sarà possibile superare questa limitazione, ammettendo la cessione frazionata (rispetto all’intero credito) di un singolo anno. Ciò come in parte già anticipato nell’articolo di CAFNEWS24 del 06/04/22 con una lettura sistemica della norma, ciò ci porta a ritenere che Il divieto di frazionamento scatterà soltanto per gli importi minori all’interno dell’annualità.

Concretamente, si potrà cedere una rata annuale ma non si potranno scorporare parti di quella annualità. In questo modo i codici identificativi delle annualità consentono il tracciamento dei crediti, per evitare le frodi.

Come specificato non si tratterà di una nuova norma ma di una prassi che l’Agenzia metterà a disposizione anche per chiarire le disposizioni relative alla possibilità della quarta cessione.

Previous Article TRATTAMENTO REDDITI DOMINICALI ED AGRARI PER L’ANNO 2022 CONFERME
Next Article STAI PENSANDO DI ISCRIVERTI ALL’UNIVERSITA’? RICORDATI DI PRESENTARE LA TUA ATTESTAZIONE ISEE-U
Print
918 Rate this article:
No rating

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Empty
Click + to add content