Caf News 24 - Archivio

1345678910Last
SI STA AVVICINANDO LA SCADENZA DEL 31 MARZO PER LA TRASMISSIONE DELLE COMUNICAZIONI DI CESSIONE
Stefano Ceci
/ Categories: Caf News 24, Bonus Edilizi

SI STA AVVICINANDO LA SCADENZA DEL 31 MARZO PER LA TRASMISSIONE DELLE COMUNICAZIONI DI CESSIONE

Per chi non riesce a trasmettere la comunicazione di cessione del credito entro la data del 31 marzo sarà possibile la remissione in bonis?

Nei giorni scorsi, numerose telefonate sono giunte in Direzione Generale.

Molte di queste vertevano sui possibili rimedi al mancato invio della comunicazione nel nuovo termine del 31 marzo, così come stabilito dal decreto milleproroghe.

Va ricordato, che lo scorso anno, è stata data la possibilità di provvedere alla comunicazione entro il 30 novembre, con il contestuale pagamento della sanzione di 250 euro.

La cosiddetta “remissione in bonis”, istituto che, anche in altre occasioni ci è venuto in soccorso.

Ricordo che la remissione in bonis interviene solo con riferimento a violazioni esclusivamente di natura formale e che nessun impatto avranno sulla determinazione dell’imposta.

Dunque, la mera trasmissione della comunicazione, non è atto che incide sulla determinazione dell’imposta o della base imponibile. 

Questo ci porta a supporre che anche per l’anno 2022, per chi non riuscisse a provvedere alla spedizione della Comunicazione all'Agenzia delle Entrate, per la cessione di crediti derivanti da spese sostenute nel 2022, si potrebbe ragionevolmente aprire la strada della remissione in bonis.

Da quanto sopra, un primo concetto si dipana, cioè che al momento, non vi è nessuna certezza che lo stesso venga riproposto anche per l’anno 2022.

Ricordo, che l’istituto, richiamato dalla circolare 33/22 dà la possibilità di rimediare all'effettuazione tardiva dell'adempimento e permette di non perdere l'accesso ai benefici fiscali per bonus edilizi, superbonus compreso

Se sarà adottata tale strada anche per quest'anno, chi non ha trovato acquirenti per i propri crediti entro la fatidica data del 31 marzo 2023, provvedendo al versamento di una sanzione di 250 euro, avrà la possibilità, di inviare la comunicazione all'Agenzia delle Entrate, entro la scadenza del 30 novembre 2023.

Lo scorso anno l'utilizzo dello strumento disciplinato dall'articolo 2, comma 1, del decreto-legge 2 marzo 2012, n. 16, era stato permesso anche per l'esercizio dell'opzione per lo sconto in fattura o la cessione del credito di cui all'articolo 121 del decreto Rilancio.

Le condizioni da rispettare, riportate all'interno del richiamato documento di prassi dell'Agenzia delle Entrate, erano le seguenti:

  1. dovevano sussistere tutti i requisiti sostanziali per usufruire della detrazione di imposta relativa alle spese dell'anno di riferimento;
  2. che nel frattempo il contribuente avesse tenuto un comportamento coerente con l'esercizio dell'opzione, in particolare, nelle ipotesi in cui tale esercizio risulti da un accordo o da una fattura precedenti al termine di scadenza per l'invio della comunicazione;

  1. non fosse già stata contestata la spettanza del beneficio fiscale che si intende cedere o acquisire sotto forma di sconto sul corrispettivo;

  1. che fosse versata la misura minima della sanzione prevista ( 250,00 euro).

Previous Article REGISTRAZIONE DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE PER NON RESIDENTI
Next Article NELLA DELEGA DI RIFORMA FISCALE QUALE FUTURO PER I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE?
Print
3978 Rate this article:
4.0
Stefano Ceci

Stefano CeciStefano Ceci

Dottore Commercialista iscritto all’ordine di Roma, Iscritto al Registro dei Revisori Contabili dal 1985 titolare di uno studio tributario e di consulenza aziendale. Componente Commissione area Tecnico Fiscale Consulta Nazionale dei CAF. Responsabile dell’Assistenza Fiscale del CAF MCL srl. Responsabile Ufficio Formazione CAF MCL srl. Ha maturato notevole esperienza nella gestione ed organizzazione degli Enti No Profit, componente del Tavolo Tecnico Legislativo in seno al Forum Nazionale del Terzo Settore, relatore alla Commissione Bilancio del Senato per le proposte di modifica Dlgs 117/17 , Componente Ufficio di Segreteria Fondi PNRR UE 2021-27 Forum Nazionale del Terzo Settore, collaborazioni con le commissioni terzo settore dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Roma ed Arezzo _ consulente amministrativo progetti ex/L. 383/00, consulente scientifico Commissione Riforma Terzo Settore – collaborazione con testate giornalistiche : CAF NEWS24 , Edizioni Traguardi Sociali, nel 2022 ha pubblicato: La Riforma del Terzo Settore – manuale pratico per le Associazioni di Promozione Sociale”

Other posts by Stefano Ceci
Contact author

Contact author

x

CafNews24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma Il 20/10/2021 con n. 167/2021

Empty
Click + to add content