CAF News 24

I FAMILIARI PER I QUALI NELL'ANNO 2020 RISULTA UN REDDITO COMPLESSIVO UGUALE O INFERIORE A 2.840,51 EURO SONO FISCALMENTE A CARICO DI COLUI IL QUALE PRESENTA LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI.

News 24
/ Categories: News 24, Detrazioni
I FAMILIARI PER I QUALI NELL'ANNO 2020 RISULTA UN REDDITO COMPLESSIVO UGUALE O INFERIORE A 2.840,51 EURO SONO FISCALMENTE A CARICO DI COLUI IL QUALE PRESENTA LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI. 1262 0

TRA LE DIVERSE TIPOLOGIE DI SOGGETTI CHE POSSONO RISULTARE A CARICO, OLTRE A GENITORI, NONNI, FIGLI, CI SONO ANCHE I CONIUGI PER I QUALI RISULTI UN REDDITO COMPLESSIVO UGUALE O INFERIORE A 2.840,51 EURO

l soggetto che ha sostenuto le spese necessarie al sostentamento del proprio partner ha diritto a una detrazione, ossia ad uno sconto dall'imposta, che deve essere calcolato sulla base del reddito complessivo.

Detrazione coniuge fiscalmente a carico 2021: il limite di reddito

Nel modello 730/2021 si considera fiscalmente a carico il coniuge che nel 2020 ha percepito un reddito uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Le istruzioni per la compilazione della dichiarazione dei redditi spiegano che, nel calcolo del limite massimo di reddito che il familiare deve possedere per essere considerato fiscalmente a carico, devono essere ricomprese anche le somme seguenti, che non sono comprese nel reddito complessivo:

  • il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni;
  • le retribuzioni corrisposte da Enti e Organismi Internazionali, Rappresentanze diplomatiche e consolari, Missioni, Santa Sede, Enti gestiti direttamente da essa ed Enti Centrali della Chiesa Cattolica;
  • la quota esente dei redditi di lavoro dipendente prestato nelle zone di frontiera ed in altri Paesi limitrofi in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto lavorativo da soggetti residenti nel territorio dello Stato;
  • il reddito d'impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità;
  • il reddito d'impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime forfetario per gli esercenti attività d'impresa, arti o professioni.

Le istruzioni specificano inoltre che il coniuge non legalmente ed effettivamente separato può essere considerato a carico anche nei seguenti casi:

  • non conviva con il contribuente;
  • sia residente all'estero.

Le detrazioni previste nel modello 730/2021 per il coniuge, con riferimento all'anno di imposta 2020, vengono calcolate sulla base del reddito familiare nel modo che segue:

  • 800,00 euro se il reddito complessivo non supera 15.000,00 euro;
  • 690,00 euro se il reddito complessivo è superiore a 15.000,00 euro ma non a 40.000,00 euro;
  • 690,00 euro se il reddito complessivo è superiore a 40.000,00 euro ma non a 80.000,00 euro.

Nelle istruzioni per la compilazione del modello, l'Agenzia delle Entrate spiega inoltre che, per i contribuenti con un reddito complessivo superiore a 29.000,00 euro e inferiore a 35.200,00 euro, la stessa detrazione è aumentata di un importo che varia da 10 euro a 30 euro.

Print
Rate this article:
No rating
Empty
Click + to add content