CAF News 24

L’ACCOLLO DEL DEBITO D’IMPOSTA ALTRUI COS’ E’ E COME FUNZIONA
News 24
/ Categories: News 24, Novità

L’ACCOLLO DEL DEBITO D’IMPOSTA ALTRUI COS’ E’ E COME FUNZIONA

PER L’ACCOLLO LA RISOLUZIONE N. 59/E DEL 2021, HA DISPOSTO PER IL MODELLO F24 L’ATTIVAZIONE – A DECORRERE DAL 12 OTTOBRE 2021 - DEL CODICE IDENTIFICATIVO 80

L’accollo è quella procedura in base alla quale ai sensi del D.L. n. 124/2019,  ci si accolla il debito d'imposta altrui, procedendo al relativo pagamento, importante sapere che per il pagamento, in ogni caso, è escluso l'utilizzo in compensazione di crediti dell'accollante e che i versamenti effettuati in violazione di tale disposizione si considerano come non avvenuti a tutti gli effetti di legge.   

Con provvedimento prot. n. 244683 del 24 settembre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità di pagamento del debito d’imposta altrui da parte dell’accollante, stabilendo che:

  • chiunque si accolli il debito d’imposta altrui procede al relativo pagamento mediante modello F24 da presentare esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, pena il rifiuto della delega di pagamento;
  • la delega è parimenti rifiutata qualora per il pagamento si utilizzino in compensazione crediti dell’accollante;
  • in sede di compilazione della delega, nella sezione “Contribuente” dovranno essere indicati:
  1. nel campo “Codice fiscale”, il codice fiscale dell’accollato, soggetto passivo del rapporto tributario e debitore originario;
  2. nel campo “Codice fiscale del coobbligato, erede, genitore, tutore o curatore fallimentare”, il codice fiscale dell’accollante, soggetto che effettua il versamento in luogo dell’accollato, unitamente al codice che sarà individuato con successiva risoluzione.

Con risoluzione n. 59/E del 6 ottobre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha provveduto ad istituire il codice identificativo:

  • 80 - Accollante del debito di imposta.

Il codice identificativo 80 sarà indicato nell’omonimo campo della sezione “Contribuente” del modello F24, unitamente al codice fiscale dell’accollante che effettua il pagamento del debito d’imposta altrui, da indicare nel campo “Codice fiscale del coobbligato, erede, genitore, tutore o curatore fallimentare”.

  • il codice identificativo 80 deve essere indicato esclusivamente nei modelli F24 presentati dall’accollante tramite i servizi telematici resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate, ai fini del pagamento dei debiti dell’accollato, pena il rifiuto della delega di pagamento;
  • ai fini del pagamento, l’accollante non può utilizzare in compensazione i propri crediti, pena lo scarto del modello F24;
  • il saldo del modello F24 è addebitato sul conto intestato al codice fiscale dell’accollante;
  • nel caso in cui il pagamento dei debiti d’imposta dell’accollato possa essere effettuato, in tutto o in parte, utilizzando in compensazione i crediti dello stesso accollato, quest’ultimo deve provvedere autonomamente a presentare uno o più modelli F24 nei quali saranno indicati, con le consuete modalità, i propri debiti pagati e crediti compensati.
Previous Article NON RILEVA CHE L’IMMOBILE UNIFAMILIARE SIA IN COMPROPRIETA’ CON SOGGETTO NON FAMILIARE
Next Article BONUS IDRICO COS’E’ E COME FUNZIONA
Print
741 Rate this article:
No rating
Empty
Click + to add content